Nuove aggressioni contro i Cristiani: India e Filippine

Nuove aggressioni contro i Cristiani: India e Filippine

Caricamento in corso...
Caricamento in corso...
<div class="yt-alert yt-alert-error yt-alert-player yt-rounded "><span class="yt-alert-icon"><img src="//s.ytimg.com/yt/img/pixel-vfl3z5WfW.gif" class="icon master-sprite" alt="Icona di avviso"></span><div class="yt-alert-content"> Per guardare questo video è necessario Adobe Flash Player. <br> <a href="http://get.adobe.com/flashplayer/">Scaricalo dal sito di Adobe</a>. </div></div>
2258
Caricamento in corso...
Icona di avviso
Caricato da in data 16/set/2008
Mumbai (AsiaNews) 16/09/2008 12:33 Le violenze anti-cristiane iniziate nellOrissa 3 settimane fa, ancora non si placano; anzi si diffondono anche in Kerala.

La situazione rimane tesa pure nel Karnataka.
In Orissa, dopo settimane dalle prime violenze e lunghi giorni di coprifuoco e di stato demergenza, ieri notte nel distretto di Kandhamal, lepicentro delle violenze anti-cristiane, una folla di oltre 500 indù ha attaccato una stazione di polizia e bruciato diversi veicoli. Un poliziotto è stato ucciso. Lattacco sembra essere una rappresaglia contro la polizia che nei giorni scorsi a Krutamgarh aveva sparato sui militanti indù per fermare un loro tentativo di bruciare alcune case di cristiani.

Ma le violenze contro i fedeli continuano. P. Dibyasingh Parichha, portavoce della diocesi di Cuttack-Bhubaneshwar, ha detto ad AsiaNews che il 14 settembre nel villaggio di Makabali, sono state bruciate 12 case di cristiani; una a Debari e una a Murudikupuda. Ieri, vicino a Raikia è stato ucciso un cristiano.

Londata anticristiana si diffonde in altre aree dellIndia. Lasilo cattolico Jaya Mata è stato assaltato da sconosciuti nella notte fra il 14 e il 15 settembre. Il fatto è avvenuto nel distretto di Kasargode (Kerala, India sud-est). Un locale dellasilo è temporaneamente usato come cappella, dato che la chiesa parrocchiale è in restauro. Ieri mattina, p. Antony Punnoor ha trovato distrutte il cartello di entrata, le vetrate e le finestre dellasilo; una statua della Madonna è stata sfregiata con pietre. La polizia ha aperto un caso e rafforzato la sicurezza attorno alle chiese, temendo attacchi come in Orissa e Karnataka.

Ancora oggi a Mangalore (Karnataka) si respira tensione. La scorsa domenica, 14 settembre, nello Stato sono state razziate 20 chiese cristiane ad opera dei radicali indù del Sangh Parivar. I cristiani hanno manifestato contro la polizia che non ha fatto nulla per prevenire gli attacchi. I fondamentalisti indù giustificano le loro violenze accusando i cristiani di proselitismo e di conversioni forzate. Lo stesso Chief minister del Karnataka, B S Yeddyurappa, invece di condannare le violenze, ha chiesto ai missionari cristiani di smetterla con le conversioni forzate: Nella democrazia egli ha detto non cè spazio per le conversioni forzate. Nessuno dovrebbe usarle. Yeddyurappa è legato al partito Bjp (Bharatiya Janata Party), che sostiene il nazionalismo indù e copre le azioni di molti gruppi militanti di fanatici.

Il Gcic (Global Council of Indian Christians), con base a Bangalore (nel Karnataka), ha accusato la polizia di aver picchiato i cristiani (v. foto) e dissacrato alcune chiese a Mangalore. Essi accusano il governo di Yeddyurappa (in carica da 100 giorni), di perseguire con aggressività le idee degli uccisori del Mahatma Gandhi. Gandhi venne ucciso da un nazionalista radicale indù. A causa di questa inerzia (o connivenza) con il militantismo indù, il presidente della Gcic, Sajan George ha anche chiesto le dimissioni del ministro degli interni del Karnataka e la sospensione dal servizio di tutti i responsabili dei distretti attaccati.

Musica: Alessandro Stradella
Canta: Mario del Monaco

Pietà Signore

Pietà, Signore,
di me dolente!
Signor, pietà
se a te giunge il mio pregar;
non mi punisca
il tuo rigor.
Meno severi,
clementi ognora,
volgi i tuoi sguardi
sopra di me, sopra di me.
Pietà, Signore,
di me dolente!
Signor, pietà
se a te giunge il mio pregar;
non mi punisca
il tuo rigor.
Meno severi,
clementi ognora,
volgi i tuoi sguardi
sopra di me, sopra di me.
Non sia mai
che nell'inferno sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor.
Gran Dio, giammai
sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor.
mercy Lord. Have mercy, Lord, me sad! Lord, have mercy. If you reach my pray; I do not punish. your rigor.
Less severe, lenient evermore,
Turn your eyes. above me, above me.
Have mercy, Lord, me sad!
Lord, have mercy If you reach my pray; I do not punish. Your rigor. Less severe, lenient evermore, Turn your eyes above me, above me.
Never let it be
Damn you to hell. into the eternal fire from your rigor. Great God, never
damn. into the eternal fire
from your rigor.
HellxDesPairTruction
500 caratteri rimanenti
Crea un video di risposta oppure 
  • DIO PERDONALI NON SANNO QUELLO CHE FANNO...
  • preghiamo per i nostri fratelli che si trovano in questa situzione di emergenza.....
  • Ogni cristiano caduto per persecuzione, è semente x la nascita di altri cristiani. Vedi i santi martiri. ciao
  • Mi dispiace davvero molto,ma anche questo e' un mistero....
  • La stampa internazionale si è addormentata?
    Facciamo sapere cosa succede nell'India "forza economica in ascesa".
    Massacrano e distruggono i cristiani...
  • Signore, perdona loro anche se sanno quello che fanno e sostieni chi soffre per essere tuo seguace
  • LIndia della beata Teresa è anche quella dei Martiri Cristiani.
Caricamento in corso...