RIBELLI violenza nome di Dio

CINA & RUSSIA ] Io non sono un evangelizzatore, tutto quello che, io faccio ha un valore politico, perché, io sono già: il Regno di Israele, quindi, nel mio Regno di Israele, potranno entrare tutti gli ebrei e tutti i popoli del mondo! Io sono anche l'esercito del Signore, ed io posso mettere a morte, mio padre, mia madre i miei figli, e tutti gli ebrei che si opporranno alla realizzazione del Regno di Israele! IO SONO UNA ENTITà METAFISICA AUTONOMA! Certo, la feccia dell'INFERNO sono Farisei e Wahhabiti, ma, questo non vuol dire, che io non farò mettere a morte (dai miei ministri angeli) chiunque, si opporrà alle profezie bibliche, per cui io posso diventare per voi la vostra peggiore minaccia, ed il fatto che io vi ho difeso? Questo non vi dovrebbe ingannare circa la mia determinazione, perché, io non ho un problema: 1. sia con le quantità che, 2. con le proporzioni, perché, JHWH ha creato l'Universo dal nulla e quindi non potrebbe mai esistere qualcosa di troppo difficile per me!

CINA & RUSSIA ] la perversione teologica dei FARISEI e dei Wahhabiti è qualcosa di raccapricciante! Anche la teologia cristina nel vertice di questo amore pazzo di Dio JHWH Creatore? è un amore divino folle! Gesù dice: "chi mangia di me vivrà per me!" ed in effetti, noi cristiani siamo veramente dei cannibali rituali, perché, se la Eucaristia ha la forma del pane, ma, in realtà ha la sostanza del Corpo e del Sangue di Cristo! ] e satanisti [ Ora, Farisei e Salafiti, fanno i cannibali in modo reale di persone innocenti, come i bambini! e che anche i salafiti sono cannibali? Questo è stato ampiamente dimostrato in Siria! Per Farisei e Salafiti tutti quelli che non sono come loro sono parificati agli animali!
CINA & RUSSIA ] e che, la Eucaristia ha realmente la forma, ed il profumo ed il sapore del pane (questo è evidente a tutti), ma, che in realtà ha veramente, la sostanza del Corpo e del Sangue di Cristo ] questo è dimostrato dai satanisti cannibali della CIA: in due modi: 1. in tutto il Nuovo Ordine Mondiale, quando loro mimare il sacrificio Eucaristico, cioè, quando fanno 200000 sacrifici umani sull'altare di satana: per maledire, in modo soprannaturale, tutti i popoli del mondo: in generale, ma, per maledire tutti gli ebrei in modo speciale! E quanti colpevoli sono arrestati? circa, tutti questi delitti commessi? nessuno, ZERO (0)! Questi delitti non possono essere puniti, perché la CIA non può punire se stessa! [ 2. Quindi che la Eucaristia è veramente il Corpo ed il Sangue di Cristo è dimostrato anche dalle profanazioni eucaristiche che i satanisti legalizzati da Obama e Bush, LORO commettono in tutto il mondo contro il CORPO DEL SIGNORE!

IN EFFETTI John Kerry è UN SACERDOTE DI SATANA, E MASSONE 322, TESCHIO CON TUTTE LE OSSA DEI PIRATI; UN TIPO MOLTO INTELLIGENTE! NEW YORK, 6 FEB - Nuova incursione del magnate dei media Rupert Murdoch nella campagna elettorale americana. Stavolta per ipotizzare una discesa in campo 'last minute' del segretario di stato John Kerry. NULLA DI MEGLIO DI: DANAL TRUMP, per un ebreo dei media come Rupert Murdoch , che crede nelle profezie di Israele, io dico: se lui spera di entrare in PAradiso: nonostante tutto! E DOPO TUTTO LA POLITICA NON DEVE ESSERE GIUDICATA CON SPIRITO, di passione tipo CALCISTICO!

questa è una menzogna, circa i CURDI, perché ERDOGAN supportando i terroristi moderati (Al-Nursa ECC.. TUTTI I CANNIBALI SALAFITI: prima, ed ISIS dopo) in Siria di fatto ha condannato a morte i Curdi, combattendoli anche  attraverso i Turcomanni! E FIGURIAMOCI SE I CURDI POTEVANO COMBATTERE CONTRO LA TURCHIA, MA, SONO STATI COSTRETTI A FARLO DOPO CHE LA TURCHIA IN COMBUTTA CON GLI ISLAMICI JIHADISTI HA ORGANIZZATO DIVERSI ATTENTATI TERRORISTICI CONTRO I CURDI, addirittura in Turchia: se la NATO e la GERMANIA non punisce Erdogan? i Curdi saranno sterminati! "Anche se i curdi hanno compromesso la posizione interna ed esterna di Erdogan, il presidente turco è stato messo con le spalle al muro quando la Russia è intervenuta nel conflitto siriano dalla parte di Assad," — scrive l'analista. Barkey conclude l'articolo, sostenendo che la politica di Ankara non è più legata alla Turchia, ma è strettamente connessa all'interesse personale e al destino di Erdogan: http://it.sputniknews.com/mondo/20160206/2045986/Turchia-Medioriente-Siria-Curdi-Occidente-Assad-Egitto.html#ixzz3zRUgZira

i massoni sono i più grandi specialisti di ingegneria sociale della storia (per loro stessa ammissione) ed è proprio la verità, dato che, nessuno può contestare che stanno facendo di tutto per distruggere la civiltà ebraico cristiana! MAI ABBIAMO VISTO COMMETTERE TANTI DELITTI IN EUROPA (OMICIDI FEMMICIDI, EUTANASIA, ABORTI, ANARCHIA, BULLISMO, MATERIALISMO, CORRUZIONE, divorzi, usurocrazia, suicidi, ecc.. ): LA STRUTTURA SOCIALE DEL NOSTRO POPOLO è DISASTRATA: IN MANIERA DIRETTAMENTE PROPORZIALE AI DIRITTI CIVILI(che il matrimonio è un diritto naturale: di tutti i figli che possono nascere dal buco del culo di OBAMA) CHE, giustamente VENGONO IMPARTITI AI GAY! CHE QUESTI DIRITTI CIVILI NON SONO UN MALE IN SE, SE NON FOSSERO SUPPORTATI DA UNA IDEOLOGIA DARWIN GENDER CHE è UNA TEOSOFIA SATANICA! Giornalista belga molestata in diretta a Colonia - VIDEO, Palpeggiata da due uomini, un 17enne si presenta in commissariato

"NESSUNO ABBOCCA" ] [ cosa è questa storia che per te Hillary Clinton è una truffa? "Guardate la candidatura di Hillary che, sta sempre piu' affondando", scrive Murdoch su Twitter. "Nessuno abbocca, molti più problemi stanno arrivando dalle email. E LO SANNO TUTTI CHE KERRY è UN SACERDOTE DI SATANA! magnate dei media Rupert Murdoch io ti ho sempre fatto del bene in tutti questi anni, ma, tutti lo possono vedere tu sei il nemico del REGNO DI ISRAELE!

magnate dei media Rupert Murdoch ] è ARRIVATO IL MOMENTO CHE, NOI DICIAMO AL MONDO LE COSE COME STANNO VERAMENTE [ 1. abbiamo i sionisti (veri satanisti del Talmud) per realizzare lo Stato Massonico di ISRAELE (ingrassa il maiale per la macellazione, PERCHé VIENE VELOCEMENTE: la Shoah di tutti gli israeliani) che, lo sanno tutti che lo Stato Massonico di Israele, che è una falsa democrazia, senza sovranità monetaria (come tutte le Democrazie del mondo) sono esprerienze transitorie temporali: una truffa monetaria! 2. ed abbiamo i sionisti della Torà per il Regno di ISRAELE e per la Torà soltanto, che, soltanto loro sono i veri santi! [ magnate dei media Rupert Murdoch ] TU SEI IL NEMICO

e perché i demoni alieni collaborano con la CIA (i sacerdoti di satana)? è chiaro: e tutto quello che viene messo in formato elettronico? può essere intercettato! e all'occorrenza ogni telefono nel mondo può diventare, un microfono ambientale della CIA... e anche molto di più, come nel caso mio, dato che esistono anche le connessioni neuronali aliene! Che qualcuno pensa erroneamente che, io sono un Santo di Dio, un mistico o un carismatico ed invece non è vero: perché quasi certamente mi sono state messe delle connessioni neuronali aliene nel cervello! Quindi la CIA è fuori controllo della Amministrazione OBAMA! Quindi, la CIA ha portato sull'altare di satana tutti i cinesi che sono spariti con l'aereo della MALESIA, Quindi, tutte le BASI USA all'estero sono gestite dai satanisti, e sono fuori controllo del criminale Governo USA! Esercito e MArina di USA UE, Francia e Germania e UK, rispondono agli ordini della CIA e non dei loro governi di appartenenza! la NATO quindi è una minaccia planetaria fuori controllo dalla politica!

magnate dei media Rupert Murdoch ] dobbiamo dire a tutti, circa, tutti i cadaveri che, i sacerdoti di Satana della CIA, mi hanno mostrato in youtube, prima che youtube fosse trasformato in una truffa per colpa mia? Io ho visto cataste di mani e di piedi mozzate che, erano i satanisti che sono spariti nel nulla! Perchè, soltanto la CIA può sapere quante persone spariscono negli USA, dato che un satanista sparisce nel sommerso, molti anni prima, e per anni non ha più contatti con la società civile, e nessuno, quindi, può intercettare la sua esistenza nel caso in cui viene a sparire! è chiaro i FARISEI come Bush 322 Kerry, laVey, AIPAC Globalisti, SpA FED, ecc.. loro hanno fatto tutto questo male agli USA! .. ed ovviamente, tu sei innocente perché tu non sai queste cose!
magnate dei media Rupert Murdoch ] ti ricordi quando 7 anni fa, io ti insultai dicendo che, tu eri MARDUCK god il demonio? POI tu mi hai rimproverato e noi siamo diventati amici! IN tutti questi anni io ti ho custodito! NO! NON è VERO: TU NON POTRESTI MAI ESSERE MIO AMICO, PERCHé TU SEI IL NEMICO DEL REGNO DI ISRAELE

my holy JHWH ] è ormai diventato impossibile salvare il genere umano, senza disintegrare gli USA! Il Satanismo ha impregnato le istituzioni USA e presto impregnerà anche tutti i Governi del mondo!

con il Cookie del ilfattoquotidiano.it, mi si blocca sempre il computer, la CIA 666 è pregata di non boicottare questo sito: grazie ] IO HO SOLTANTO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS10 DI CUI HO DISATTIVATO TUTTE LE OPZIONI AGGIUNTIVE ED ACCESSORIE, E LA LEGA ARABA è DIVENTATA UN GOVERNO UNIC A GUIDA SAUDITA SOTTO IL CONTROLLO DELLA CIA, PER UCCIDERE EUROPA RUSSIA E ISRAELE E ISLAMIZZARE AFRICA, E POI, NON CI DOBBIAMO MERAVIGLIARE SE IN INDIA, E IN TUTTO IL MONDO SONO DIVENTATI CATTIVI! [ Giulio Regeni era uno studioso scomodo, da tenere sott’occhio, da sorvegliare, e perfino punire, visto come sono andate le cose. Era scomodo, dava fastidio, perché si occupava di quei soggetti di cui nessuno vuole più parlare: i lavoratori. Sono decenni che, a livello globale, si producono tonnellate di libri e articoli per convincerci che i lavoratori non esistono più, che il lavoro è morto, perché ora siamo tutti “collaboratori” felici dei padroni…pardon, dei “datori di lavoro”.  Scrivere dei lavoratori oggi, dei loro diritti, del loro sfruttamento e delle loro lotte e scioperi significa, prima di tutto, essere emarginati dal cosiddetto “mondo accademico” (salvo rare eccezioni, ovviamente) che preferisce, nella migliore delle ipotesi, disquisire di aria fritta, piuttosto che contribuire alla comprensione o alla trasformazione della realtà. Ma in questo mondo, piombato nella più grave crisi economica e politica della sua storia, scrivere dei lavoratori significa anche attirare l’attenzione delle polizie e dai servizi segreti di mezzo mondo. In Egitto più che altrove. Perché in nessun altro paese  del mondo si sono registrate mobilitazioni operaie così imponenti e vaste come nell’Egitto degli ultimi anni, prima, durante e dopo la sollevazione del 2011, fino a quando non è scesa la notte con il colpo di stato del generale al-Sisi, “amico personale” di Matteo Renzi. Checché ne dicano i fan della “rivoluzione Facebook”, quel che è successo in Nord Africa e in Medio Oriente, nel 2011, è stata una gigantesca mobilitazione sociale e operaia per chiedere giustizia sociale, eguaglianza, dignità. Non si chiedeva cioè soltanto un cambio di governo per far funzionare meglio il capitalismo (come ci hanno spiegato da questa parte del mondo), si chiedeva molto di più, si voleva una società e un mondo migliore, più giusto, a misura di lavoratore. Per avere una conferma di ciò basterebbe osservare quel che è accaduto in Tunisia qualche giorno fa, dove migliaia di giovani, poveri, lavoratori e disoccupati sono tornati a far tremare le strade e le piazze tunisine, chiedendo giustizia sociale.  Per capire questa banale verità, che viene sistematicamente occultata dai media e dai politici, basterebbe leggere gli scritti di Giulio Regeni, in cui si racconta di questa vitalità, di questa voglia di lotta mai sopita dei lavoratori e delle lavoratrici egiziani, dittatura o non dittatura, al-Sisi o non al-Sisi. Giulio è morto per questo, perché era un vero ricercatore, uno di quelli che vogliono andare a fondo alle cose, che non si accontentano di argomenti facili per assicurarsi una carriera sprint, uno di quelli che vogliono essere protagonisti, con i loro studi, della trasformazione radicale della società. Giulio voleva rappresentare coloro che vogliono nasconderci, a tutti i costi: i lavoratori. Pensateci un attimo: come è possibile che ogni volta che in tv si parla dei paesi arabi non ci mostrano mai i volti delle persone comuni nel contesto della loro vita quotidiana? Com’è possibile che non riusciamo mai a leggere articoli sui lavoratori e sulle lavoratrici in Egitto, in Tunisia, in Siria? Eppure sono milioni. Eppure sono la maggioranza. Come qui da noi. Chi ha battuto le strade del Cairo, chi ha visto all’opera gli apparati di sicurezza egiziani, chi ricorda i teppisti organizzati e mandati in piazza o nelle fabbriche a picchiare manifestanti o scioperanti, chi ha amici egiziani che sono scomparsi o finiti in galera, in Egitto così come in Tunisia o in Yemen, magari dopo aver subito processi farsa, non ha difficoltà  a comprendere quel che è accaduto a Giulio. Noi sappiamo chi sono i mandanti del suo assassinio. E sappiamo che hanno amici molto influenti qui da noi. Ciao, Giulio!
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/05/giulio-regeni-il-ricercatore-scomodo-da-sorvegliare-e-perfino-punire/2435582/
con il Cookie del ilfattoquotidiano.it, mi si blocca sempre il computer, la CIA 666 è pregata di non boicottare questo sito: grazie ] IO HO SOLTANTO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS10 DI CUI HO DISATTIVATO TUTTE LE OPZIONI AGGIUNTIVE ED ACCESSORIE, E LA LEGA ARABA è DIVENTATA UN GOVERNO UNICO DI SATANISTI, A GUIDA SAUDITA SOTTO IL CONTROLLO DELLA CIA, PER UCCIDERE: EUROPA RUSSIA E ISRAELE E ISLAMIZZARE AFRICA, E POI, NON CI DOBBIAMO MERAVIGLIARE SE IN INDIA, E IN TUTTO IL MONDO SONO DIVENTATI CATTIVI! [ Giulio Regeni era uno studioso scomodo, da tenere sott’occhio, da sorvegliare, e perfino punire, visto come sono andate le cose. Era scomodo, dava fastidio, perché si occupava di quei soggetti di cui nessuno vuole più parlare: i lavoratori. Sono decenni che, a livello globale, si producono tonnellate di libri e articoli per convincerci che i lavoratori non esistono più, che il lavoro è morto, perché ora siamo tutti “collaboratori” felici dei padroni…pardon, dei “datori di lavoro”. Scrivere dei lavoratori oggi, dei loro diritti, del loro sfruttamento e delle loro lotte e scioperi significa, prima di tutto, essere emarginati dal cosiddetto “mondo accademico” (salvo rare eccezioni, ovviamente) che preferisce, nella migliore delle ipotesi, disquisire di aria fritta, piuttosto che contribuire alla comprensione o alla trasformazione della realtà. Ma in questo mondo, piombato nella più grave crisi economica e politica della sua storia, scrivere dei lavoratori significa anche attirare l’attenzione delle polizie e dai servizi segreti di mezzo mondo. In Egitto più che altrove. Perché in nessun altro paese del mondo si sono registrate mobilitazioni operaie così imponenti e vaste come nell’Egitto degli ultimi anni, prima, durante e dopo la sollevazione del 2011, fino a quando non è scesa la notte con il colpo di stato del generale al-Sisi, “amico personale” di Matteo Renzi. Checché ne dicano i fan della “rivoluzione Facebook”, quel che è successo in Nord Africa e in Medio Oriente, nel 2011, è stata una gigantesca mobilitazione sociale e operaia per chiedere giustizia sociale, eguaglianza, dignità. Non si chiedeva cioè soltanto un cambio di governo per far funzionare meglio il capitalismo (come ci hanno spiegato da questa parte del mondo), si chiedeva molto di più, si voleva una società e un mondo migliore, più giusto, a misura di lavoratore. Per avere una conferma di ciò basterebbe osservare quel che è accaduto in Tunisia qualche giorno fa, dove migliaia di giovani, poveri, lavoratori e disoccupati sono tornati a far tremare le strade e le piazze tunisine, chiedendo giustizia sociale. Per capire questa banale verità, che viene sistematicamente occultata dai media e dai politici, basterebbe leggere gli scritti di Giulio Regeni, in cui si racconta di questa vitalità, di questa voglia di lotta mai sopita dei lavoratori e delle lavoratrici egiziani, dittatura o non dittatura, al-Sisi o non al-Sisi. Giulio è morto per questo, perché era un vero ricercatore, uno di quelli che vogliono andare a fondo alle cose, che non si accontentano di argomenti facili per assicurarsi una carriera sprint, uno di quelli che vogliono essere protagonisti, con i loro studi, della trasformazione radicale della società. Giulio voleva rappresentare coloro che vogliono nasconderci, a tutti i costi: i lavoratori. Pensateci un attimo: come è possibile che ogni volta che in tv si parla dei paesi arabi non ci mostrano mai i volti delle persone comuni nel contesto della loro vita quotidiana? Com’è possibile che non riusciamo mai a leggere articoli sui lavoratori e sulle lavoratrici in Egitto, in Tunisia, in Siria? Eppure sono milioni. Eppure sono la maggioranza. Come qui da noi. Chi ha battuto le strade del Cairo, chi ha visto all’opera gli apparati di sicurezza egiziani, chi ricorda i teppisti organizzati e mandati in piazza o nelle fabbriche a picchiare manifestanti o scioperanti, chi ha amici egiziani che sono scomparsi o finiti in galera, in Egitto così come in Tunisia o in Yemen, magari dopo aver subito processi farsa, non ha difficoltà a comprendere quel che è accaduto a Giulio. Noi sappiamo chi sono i mandanti del suo assassinio. E sappiamo che hanno amici molto influenti qui da noi. Ciao, Giulio!
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/05/giulio-regeni-il-ricercatore-scomodo-da-sorvegliare-e-perfino-punire/2435582/

Il sospetto di torture per 36 ore [ Giulio Regeni è STATO UCCISO DAL REGIME SAUDITA SALAFITA WAHHABITA EGIZIANO ] ISRAELE è FOTTUTO! [ Giulio, stando alla  ricostruzione del quotidiano online, è stato fermato il 25 gennaio, quinto anniversario delle proteste di piazza Tahrir, insieme ad una quarantina di oppositori dell’attuale governo. Poco dopo è stato trasferito con tutti gli altri in una caserma della polizia o in una delle sedi del Mukhabarat. Visto che parlava l’arabo, è possibile che sia stato ritenuto “in grado di rispondere alle domande” e quindi di “fornire nomi e informazioni” sulle altre persone che si trovavano insieme a lui. Di qui l’interrogatorio e le violenze, andate avanti per almeno 36 ore, forse due giorni. [ Le tante piste di indagine ] La prima segue è quella del lavoro di Regeni e dei suoi rapporti con l’opposizione al regime di Al Sisi. Il giovane, secondo questa pista, sarebbe stato catturato perché rivelasse l’identità delle sue fonti. Scoprire chi gli avesse passato le informazioni contenute nei suoi articoli pubblicati sotto pseudonimo sull’agenzia Nena news — specializzata sui temi del Medio Oriente — e in parte ripresi dal quotidiano Il Manifesto. Individuare la “rete” di amici e conoscenti che lo aiutava nelle sue ricerche sul sindacato. Ma non è la sola. Secondo l’Huffington Post, i responsabili vanno cercati “negli ambienti più oscuri e violenti della polizia politica o dei servizi segreti egiziani, il famigerato Mukhabarat”, che avrebbero agito all’insaputa del presidente. Forse per screditare lo stesso regime, per sabotare le relazioni con l’Italia e il ruolo di Roma nel negoziato libico, è una delle ipotesi. Non è esclusa, infine, quella di un atto di terrorsimo. [ In Italia è polemica politica ] I rapporti Italia-Egitto diventano oggetto di polemica. A sollevarla è una nota congiunta di deputati e senatori M5S delle commissioni Esteri di Camera e Senato, che accusano: “Il nostro governo si sta barcamenando nel completo imbarazzo, perché questo tragedia è il prezzo che l’Italia paga a causa dei rapporti tra Matteo Renzi e il generale Al-Sisi. Ora vogliamo la verità”. Si segnala anche la nota del senatore leghista Calderoli che evoca “l’invasione islamica” mentre Gianluca Pini, componente del Comitato Permanente sui Diritti Umani, chiedendo al governo di riferire attacca “l’incapacità del governo italiano di rapportarsi con l’Egitto per accertare la verità”. Stefano Maullu (FI), europarlamentare, che chiede al governo un atteggiamento più duro con l’Egitto. http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/06/regeni-autopsia-ucciso-con-un-colpo-alla-testa-sul-corpo-segni-di-violento-pestaggio/2438086/

SAUDI ARABIA ] [ tu non potrai mai giustificare i tuoi delitti di oggi, con i delitti che altri hanno fatto ieri (storico) contro di te, perché, i colpevoli sono già stati puniti dal giudizio di Dio, che, quello stesso giudizio, proprio ora incombe contro di te!
MAMMA LI TURCHI
Soltanto colui che, si sottrae alla presa, fame, desiderio, della sua stessa concupiscienza o desiderio (carma), può comprendere la soprannaturale razionalità e intelligenza del peccato stesso, per potersi sottrarre ad esso razionalmente! Tu non puoi sottrarti alla curiosità del peccato (finché il peccato rimane un mistero per te), se, quindi non lo comprendi il peccato, razionalmente, sia nelle sue dinamiche che, nelle sue esigenze distruttive, tu ne sarai sempre sua vittima! MAOMETTO INVECE è STATO TOTALMENTE DOMINATO DALLA SOPRANNATURALE e RaZIONALITà logica religiosa del PECCATO! Quindi, tu senti dentro di te, tutto il fascino attrattivo del peccato, ma ne razionalizzi le finalità e gli scopi, poi, con un atto deliberato della tua volontà, tu ti sottrai ad esso, certo, tu ti puoi sottrarre ad esso, perché la natura divina che è stata attivata in te, dalla fede agnostica, ti rende possibile tutto questo, tuo potenziale dominio sulla natura soprannaturale e spirituale del peccato! Quindi soltanto una fede nella trascendenza universale del valore laico, anche se di tipo speculativo agnostico e razionale, ti può far vincere la dominazione del peccato dentro di te, ma, il suo fascino attrattivo e corruttivo? non ti abbandoneranno mai!
MAMMA LI TURCHI
VOI STATE ANDANDO A FARE, velocemente, TUTTE LE VOSTRE RIVENDICAZIONI A SATANA! perché, io sono la legge naturale del Decalogo di Mosé, in chiave laica e razionale! ma, Voi siete dei pervertiti sessuali che, voi fate all'amore dal buco del culo, o siete dei clericali che castrate coattivamente i preti, ecc.. ecc.. ! E se, voi non sapete capire la legge naturale, come potete capire le cose di Dio? e chi di voi ha il coraggio di contestarmi razionalmente, su un piano razionale? VOI SIETE SOLTANTO DEI MALEDETTI MALEFICATI, LA VOSTRA ROVINA? è INEVITABILE!
MAMMA LI TURCHI

EPPURE LA METAFISICA: UMANISTICA, UNIVERSALE, PERSONALISTICA, E POLITICA DI UNIUS REI? è PURAMENTE UNA METAFISICA RAZIONALE OGGETTIVA, E VOI POTETE SFIDARLO UNIUS REI, SE VOI AVETE UNA GIUSTIZIA ED UNA LOGICA RAZIONALE SUPERIORE ALLA SUA! ma, se nel momento del giudizio, tu vieni trasfigurato e entri in possesso della scienza infusa, a che tipo di contestazione ti potresti abbandonare? soltanto sul piano naturale, dopo il diluvio universale, noi abbiamo perso il gigantismo, perché, al pari della sua massa attuale, il nostro pianeta aveva un diametro più piccolo, ed aveva il doppio dell'ossigeno, quasi il doppio di pressione, 40 volte il campo magnetico attuale, ecc.. ecc.. quindi, soltanto sul piano biologico alla nascita noi perdiamo il 50% delle cellule del nostro cervello, eppure, una maggiore intelligenza agli uomini prediluviani, non impedì loro di divenire rapidamente più cattivi di noi, ecco perché, la soluzione ai nostri problemi, non può essere soltanto una soluzione puramente razionale, dato che il peccato è soprannaturale!
MAMMA LI TURCHI

di fronte al giudizio di Dio, tutti si rimane ammutoliti, impietriti: perché, l'amore INFINITO di Dio è sempre stato con noi, in noi ed interno, nel nostro più profondo di noi, ma, noi non lo abbiamo voluto vedere, e non abbiamo voluto interagire con questo amore, non lo abbiamo vissuto, e non abbiamo permesso di farlo vivere agli altri: perché, noi siamo deliberatamente cattivi! I migliori tra di noi scenderanno nel purgatorio consumati dalla fiamma del rimorso!
MAMMA LI TURCHI

tu stai per cadere nell'inferno! ] [ difenditi dal peccato se puoi! ma, soltanto pochi uomini nel mondo, possono difendersi dal peccato, perché, la natura del peccato è soprannaturale! Ecco perché, tutti i vigliacchi predestinati all'inferno, o negheranno la esistenza di Dio, oppure, seguiranno la ipocrisia di una religione! MA, LO SCOPO DELLA TUA VITA è AVERE una RELAZIONE domestica continuativa, con DIO, con LUI un personale rapporto! ECCO PERCHé TU SEI STATO MALEDETTO E MALEFICATO DALLA TUA IDEOLOGIA o DALLA TUA RELIGIONE! tu stai per cadere nell'inferno!
MAMMA LI TURCHI
Obama e tutti i Capi di Stato? sono soltanto delle Comparse, degli attori sul teatro del Nuovo ORDINE Mondiale, la NATO e la CIA, sono il braccio militare, del SpA FMI: questo è il sistema massonico! PREPARATE LA VOSTRa ANIMA MALEDETTA E MALEFICATA, PER IL GIUDIZIO DI DIO: presto morirete tutti!
MAMMA LI TURCHI
ok! preparatevi a fare la morte delle bestie adesso! perché gli animali hanno più dignità di voi! ECCO PERCHé, IN OBBEDIENZA ALLA TORà, NON FARANNO UN PECCATO I FARISEI ED I LORO SALAFITI, QUANDO INIZIANDO DA ISRAELE, LORO STERMINERANNO ANCHE TUTTI GLI ALTRI POPOLI DEL MONDO!
MAMMA LI TURCHI
veniamo ora al crimine ideologico della teoria del GENDER, che è anch'esso: una derivazione della teoria evoluzionista! ] 1. non ci sono tracce di sedimenti organici, e neanche di meteoriti tra una era geologica e l'altra, 2. la formula per calcolare le ere geologiche è una "convenzione dogmatica" di questa formula a sette incognite, o sette dati inevitabili? se ne conoscono soltanto due di dati, quindi 5 dati, sono acquisiti pari a zero (0) per convenzione! quindi, A GRANULOMETRIA VARIABILE LE STRATIFICAZIONI DEL NOSTRO PINETA POSSONO ESSERE SOLTANTO Dei DEPOSITI ALLUVIONALI, CHE TESTIMONIANO DI UN DILUVIO UNIVERSALE!
MAMMA LI TURCHI
anché qui, in questo documento: si arriva alla bestialità di credere legittime le tasse, ma, se il popolo non venisse derubato della sua sovranità monetaria? non ci potrebbero più essere tasse in tutto il mondo! ] [ [ Programma http://www.magdicristianoallam.it/programma/
==============
Io sono un sionista per il Regno di ISRAELE e per le profezie bibliche, ovviamente questo distruggerà il potere di goldman sax ] ABOUT [ Pubblicato il 04 feb 2016 http://www.DavidDuke.com ( This Documentary - 98 % Positive Rating! -- Proof that people recognize truth when they finally hear it !) Former Republican Member of the House of Representatives-LA Dr. David Duke discusses Donald Trump, The Zionist control over the candidates of both parties for President of the United States and the possibility that Donald Trump could be the first President in our lifetimes who puts America First! This one took a lot of research and work. It is a fascinating question. All I know is the tribalist Zio Establishment hates Donald Trump and that he says things that no one has dared to say since I was in the House of Representatives in LA... It is about time the rest of the country is catching up with what I was saying 25 years ago!
https://www.youtube.com/watch?v=EOIeJiKZLJA&feature=em-subs_digest
==============================
Germany: Over 100 ISIS sleeper cells made up of Muslim "migrants" Rebel Media https://www.youtube.com/watch?v=rk-Qmxy3z2A&list=TLpH3vmrOoi7owNjAyMjAxNg Pubblicato il 06 feb 2016 Simon Kent of Breitbart London tells Ezra Levant that according to German intelligence, there are over 100 ISIS terrorist sleeper cells in the country, comprised in part of Muslim "migrants." Evidence suggests that many are being radicalized in refugee centers. MORE germany_100_isis_sleeper_cells_muslim_re­fugees
http://www.Facebook.com/JoinTheRebel
http://www.Twitter.com/TheRebelTV
Trudeau’s Liberals MUST halt plans to bring in thousands of Syrian refugees
until they can guarantee the safety of the Canadian people.
SIGN THE PETITION at http://www.therebel.media/refugeepause
=====================
CHI HA PORTATO I TERRORISTI SHARIA IN SIRIA? 666 CIA E LEGA ARABA SHARIA LO HANNO FATTO! LORO DEVONO ESSERE INCRIMINATI DALLA COMUNITà INTERNAZIONALE PER GENOCIDIO E NAZISMO! LA LEGA ARABA è UN NAZISMO INCUBO IN CUI NESSUN CRISTIANO POTREBBE VIVERE: LA LEGA ARABA E I SUOI DELLA NATO DISTRUGGERANNO IL GENERE UMANO ED OGNI DIRITTO UMANO, CHE ONU NON RISPETTA PIù! ! El Parlamento Europeo ha reconocido este jueves los asesinatos en masa cometidos por el Estado Islámico como delitos de “genocidio, crímenes de guerra y crímenes contra la humanidad”. Por primera vez, se habla de “genocidio” contra cristianos, yazidíes y otras minorías étnicas y religiosas. La declaración es un cambio significativo en la retórica institucional sobre la realidad de lo que está pasando en las ciudades de Iraq, Siria y Libia asoladas por la organización terrorista. Puedes leer aquí la declaración aprobada este jueves por la Eurocámara. [En inglés] El Parlamento llama a los Estados miembros de la Unión a llevar “protección y ayuda, incluida la protección militar” a las comunidades amenazadas en los países afectados por la expansión del Estado Islámico. La calificación como “genocidio, crímenes de guerra y crímenes contra la humanidad” es significativa, además, porque será la base para poder emprender una persecución penal de los yihadistas por encima de las fronteras nacionales y sin posibilidad de prescripción de sus crímenes. En concreto, el Parlamento Europeo “pide a los miembros del Consejo de Seguridad de la ONU que apoyen una remisión a la Corte Penal Internacional”, y los invita a tomar medidas para que el terror del Estado Islámico sea “reconocido como genocidio” en esa Corte de Justicia. Europa está reconociendo que el de cristianos, yazidíes, musulmanes chiíes y otros grupos étnicos y religiosos perseguidos por el Estado Islámico es uno de los cinco genocidios que han sido calificados como tales, desde la perspectiva del nuevo Derecho Penal internacional. El Parlamento Europeo le dice al mundo que los crímenes del Estado Islámico tienen que estar en la misma categoría del horror y de la respuesta penal que el exterminio planificado del pueblo armenio por los turcos durante la Primera Guerra Mundial; el de los judíos por el régimen nazi durante la Segunda; el de tutsis y hutús en la Guerra de Ruanda, o el de los musulmanes kosovares en la Guerra de Los Balcanes. Para el Centro Europeo para la Ley y la Justicia, que ha abogado por esta resolución a través de iniciativas ciudadanas como la petición de CitizenGo.org, firmada por cien mil personas, el acuerdo adoptado este jueves por el Parlamento es “un paso importante en la condena de los crímenes cometidos por el Estado Islámico y en la lucha contra su ideología”. Los terroristas del Estado Islámico tendrán su Juicio de Nuremberg, si la acertada doctrina del Parlamento Europeo se consolida en la Comunidad Internacional. Por mucho que haya que esperar para que llegue ese día, por muchas que sean las atrocidades que los bárbaros puedan cometer aún en Oriente Medio y en Occidente, lo que Europa le está diciendo a los criminales con esta valiosa resolución es que su genocidio no prescribirá jamás, y los autores serán juzgados tarde o temprano.– V. Gago [Con información de Actuall; International Business Times, y European Centre for Law and Justice, en inglés] Il Parlamento europeo ha riconosciuto Giovedi gli omicidi di massa commessi dallo Stato Islamico come crimini di "genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità." Per la prima volta si parla di "genocidio" contro i cristiani, yazidi e altre minoranze etniche e religiose. L'affermazione è un significativo cambiamento nella retorica istituzionale alla realtà di ciò che sta accadendo nelle città di Iraq, Siria e Libia devastate dalla organizzazione terroristica. Si può leggere la dichiarazione adottata il Giovedi dal Parlamento europeo qui. [English] Il Parlamento ha invitato gli Stati membri dell'Unione a prendere "protezione e assistenza, compresa la protezione militare" alle comunità minacciate nei paesi colpiti dalla espansione dello Stato Islamico. Qualifica di "genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità" è significativa anche perché sarà la base per intraprendere un procedimento penale dei jihadisti oltre i confini nazionali, senza possibilità di prescrivere i loro crimini. In particolare, il Parlamento europeo "invita i membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per sostenere un deferimento alla Corte penale internazionale", e li invita a prendere le misure a che il terrore dello Stato Islamico è "riconosciuto come genocidio" in quel Court.
L'Europa sta riconoscendo che i cristiani, yazidi, musulmani sciiti e altri gruppi etnici e religiosi perseguitati dallo Stato Islamico è una delle cinque genocidi che sono stati classificati come tali, dal punto di vista del nuovo diritto penale internazionale. Il Parlamento europeo dice al mondo che i crimini dello Stato Islamico devono essere nella stessa categoria di orrore e risposta penale rispetto programmate del popolo armeno da parte dei turchi durante la prima guerra mondiale di sterminio; gli ebrei da parte del regime nazista durante la seconda; i Tutsi e Hutu nella guerra ruandese, o di kosovari musulmani nella guerra dei Balcani. Per il Centro europeo per la legge e la giustizia, che ha chiesto presente risoluzione attraverso iniziative di cittadini come richiesta CitizenGo.org, firmato da un centinaio di migliaia di persone, la risoluzione adottata oggi dal Parlamento è "un passo importante la condanna dei crimini commessi dallo Stato islamico e la lotta contro la loro ideologia. " I terroristi dello Stato Islamico hanno il loro processo di Norimberga, in caso di successo la dottrina del Parlamento europeo è consolidata nella comunità internazionale. Per quanto devo aspettare per quel giorno, tuttavia molte le atrocità che i barbari potrebbero ancora rendere il Medio Oriente e in Occidente, l'Europa sta dicendo criminali con questa preziosa risoluzione è che il genocidio non prescrive mai, e gli autori saranno giudicati prima o temprano.- V. Gago, [Con le informazioni da Actuall; International Business Times e Centro europeo per il diritto e la giustizia, in inglese]
===========================
5 Indicators of an Evil and Wicked Heart [ IO NON HO UN PROBLEMA CONTRO LA TUA RELIGIONE O CONTRO IL TUO AGNOSTICISMO ( PERCHé SOLTANTO UN CORROTTO POTREBBE ESSERE ATEO ) MA, IN OGNI MODO, SE TU NON CORRISPONDERAI, ALLA ESIGENZE MORALI DELLA VERA PAROLA DI DIO: LA BIBBIA DEI CRISTIANI (codice giuridico del Regno di DIO)? LA TUA ANIMA ANDRà PERDUTA! ANCHE SE, IO COME POLITICO UNIVERSALE IO NON HO UN PROBLEMA A GOVERNARE LE  ANIME DANNATE, PERCHé COME TUTTI SANNO IO SONO LA LIBERTà DI COSCIENZA DELLA LEGGE NATURALE! Association of Biblical Counselors. The Association of Biblical Counselors (ABC) exists to encourage, equip, and empower people everywhere to live and counsel the Word, applying the Gospel to the whole experience of life. by Leslie Vernick, As Christian counselors, pastors and people helpers we often have a hard time discerning between an evil heart and an ordinary sinner who messes up, who isn’t perfect, and full of weakness and sin.
I think one of the reasons we don’t “see” evil is because we find it so difficult to believe that evil individuals actually exist. We can’t imagine someone deceiving us with no conscience, hurting others with no remorse, spinning outrageous fabrications to ruin someone’s reputation, or pretending he or she is spiritually committed yet has no fear of God before his or her eyes.
The Bible clearly tells us that among God’s people there are wolves that wear sheep’s clothing (Jeremiah 23:14; Titus 1:10; Revelations 2:2). It’s true that every human heart is inclined toward sin (Romans 3:23), and that includes evil (Genesis 8:21; James 1:4). We all miss God’ mark of moral perfection. However, most ordinary sinners do not happily indulge evil urges, nor do we feel good about having them. We feel ashamed and guilty, rightly so (Romans 7:19–21). These things are not true of the evil heart.
Below are five indicators that you may be dealing with an evil heart rather than an ordinary sinful heart.  If so, it requires a radically different treatment approach.
1. Evil hearts are experts at creating confusion and contention.
They twist the facts, mislead, lie, avoid taking responsibility, deny reality, make up stories, and withhold information. (Psalms 5:8; 10:7; 58:3; 109:2–5; 140:2; Proverbs 6:13,14; 6:18,19; 12:13; 16:20; 16:27, 28; 30:14; Job 15:35; Jeremiah 18:18; Nehemiah 6:8; Micah 2:1; Matthew 12:34,35; Acts 6:11–13; 2 Peter 3:16)
2. Evil hearts are experts at fooling others with their smooth speech and flattering words.
But if you look at the fruit of their lives or the follow through of their words, you will find no real evidence of godly growth or change. It’s all smoke and mirrors. (Psalms 50:19; 52:2,3; 57:4; 59:7; 101:7; Proverbs 12:5; 26:23–26; 26:28; Job 20:12; Jeremiah 12:6; Matthew 26:59; Acts 6:11–13; Romans 16:17,18; 2 Corinthians 11:13,14; 2 Timothy 3:2–5; 3:13; Titus 1:10,16).
3. Evil hearts crave and demand control, and their highest authority is their own self-reference.
They reject feedback, real accountability, and make up their own rules to live by. They use Scripture to their own advantage but ignore and reject passages that might require self-correction and repentance. (Romans 2:8; Psalms 10; 36:1–4; 50:16–22; 54:5,6; 73:6–9; Proverbs 21:24; Jude 1:8–16).
4. Evil hearts play on the sympathies of good-willed people, often trumping the grace card.
They demand mercy but give none themselves. They demand warmth, forgiveness, and intimacy from those they have harmed with no empathy for the pain they have caused and no real intention of making amends or working hard to rebuild broken trust. (Proverbs 21:10; 1 Peter 2:16; Jude 1:4). 5. Evil hearts have no conscience, no remorse. They do not struggle against sin or evil—they delight in it—all the while masquerading as someone of noble character. (Proverbs 2:14–15; 10:23; 12:10; 21:27,29; Isaiah 32:6; Romans 1:30; 2 Corinthians 11:13–15) If you are working with someone who exhibits these characteristics, it’s important that you confront them head on. You must name evil for what it is. The longer you try to reason with them or show mercy towards them, the more you, as the Christian counselor, will become a pawn in his or her game. They want you to believe that:
1. Their horrible actions should have no serious or painful consequences. When they say “I’m sorry,” they look to you as the pastor or Christian counselor to be their advocate for amnesty with the person he or she has harmed. They believe grace means they are immediately granted immunity from the relational fallout of their serious sin. They believe forgiveness entitles them to full reconciliation and will pressure you and their victim to comply. The Bible warns us saying, “But when grace is shown to the wicked, they do not learn righteousness; even in a land of uprightness they go on doing evil and do not regard the majesty of the Lord (Isaiah 26:10). The Bible tells us that talking doesn’t wake up evil people, but painful consequences might. Jesus didn’t wake up the Pharisee’s with his talk nor did God’s counsel impact Cain (Genesis 4). In addition, the Bible shows us that when someone is truly sorry for the pain they have caused, he or she is eager to make amends to those they have harmed by their sin (see Zacchaeus’ response when he repented of his greed in Luke 19).  Tim Keller writes, “If you have been the victim of a heinous crime. If you have suffered violence, and the perpetrator (or even the judge) says, ‘Sorry, can’t we just let it go?’ You would say, ‘No, that would be an injustice.’ Your refusal would rightly have nothing to do with bitterness or vengeance. If you have been badly wronged, you know that saying sorry is never enough. Something else is required—some kind of costly payment must be made to put things right.”1
As Biblical counselors let’s not collude with the evil one by turning our attention to the victim, requiring her to forgive, to forget, to trust again when there has been no evidence of inner change. Proverbs says, “Trusting in a treacherous man in time of trouble is like a bad tooth or a foot that slips” (Proverbs. 25:19). It’s foolishness. The evil person will also try to get you to believe, 2. That if I talk like a gospel-believing Christian I am one, even if my actions don’t line up with my talk.
Remember, Satan masquerades as an angel of light (2 Corinthians 11:13–15). He knows more true doctrine than you or I will ever know, but his heart is wicked. Why? Because although he knows the truth, he does not believe it or live it.
The Bible has some strong words for those whose actions do not match their talk (1 John 3:17,18; Jeremiah 7:8,10; James 1:22, 26). John the Baptist said it best when he admonished the religious leaders, “Prove by the way you live that you have repented of your sins and turned to God” (Luke 3:8).
If week after week you hear the talk but there is no change in the walk, you have every reason to question someone’s relationship with God.
Part of our maturity as spiritual leaders is that we have been trained to discern between good and evil. Why is that so important? It’s important because evil usually pretends to be good, and without discernment we can be easily fooled (Hebrews 5:14).
When you confront evil, chances are good that the evil heart will stop counseling with you because the darkness hates the light (John 3:20) and the foolish and evil heart reject correction (Proverbs 9:7,8). But that outcome is far better than allowing the evil heart to believe you are on his or her side, or that “he’s not that bad” or “that he’s really sorry” or “that he’s changing” when, in fact, he is not. Daniel says, “[T]he wicked will continue to be wicked” (Daniel 12:10), which begs the question, do you think an evil person can really change? [1] Tim Keller, Jesus the King, page 172 http://www.biblestudytools.com/blogs/association-of-biblical-counselors/5-indicators-of-an-evil-and-wicked-heart.html

NO, giusto perché i pezzi di merda: massoni salafiti farisei, ecc.. loro vanno dicendo che, io faccio l'ipocrita per raggiungere lo obiettivo del potere mondiale, che è il trono di GERUSALEMME!! ed invece al contrario, io faccio di tutto per non raggiungere il potere, semplicemente perché, io vi voglio vedere morire tutti: VOI NON MERITATE DI VIVERE!
==============
GAY CULTO SODOMA IDEOLOGIA? RENZI A CASA! I membri del governo del Nuovo Centro Destra si sono dichiarati d'accordo con le rivendicazioni del Family Day. Ora è tempo di passare dalle parole ai fatti. Firma per chiedere ad Alfano e al suo partito di pretendere dal PD il ritiro della legge Cirinnà e, in caso contrario, di aprire la crisi di governo. GAY CULTO SODOMA IDEOLOGIA? RENZI A CASA!
========
GAY CULTO SODOMA IDEOLOGIA GENDER? RENZI A CASA!  Siamo all'ora della verità per quanto riguarda il disegno di legge Cirinnà sulle "unioni civili". Dopo la meravigliosa dimostrazione del Family Day della scorsa domenica (a proposito, se c'eri ti ringrazio di cuore per essere venuto), è il momento di mettere in campo uno'altro piccolo sforzo (forse quello decisivo) per fermare le unioni civili e riaffermare il valore della famiglia naturale e il diritto di ogni bambino a una mamma e un papà. Firma la nostra petizione, indirizzata ad Alfano e al Nuovo Centro Destra con la richiesta di rimanere nel governo Renzi solo se il ddl Cirinnà sarà ritirato: http://www.citizengo.org/it/32769-mantieni-parola
Il disegno di legge Cirinnà scardina le previsioni costituzionali in tema di famiglia, stravolgendone la natura di “società naturale” fondata sull'alterità e l’alleanza uomo-donna: l’unica capace di garantire a un figlio il diritto elementare di avere un padre e una madre, senza divenire il prodotto di pratiche commerciali sottomesse alle leggi della finanza e del desiderio senza realtà. Pratiche che producono figli orfani di genitori vivi.
Più volte NCD si è pubblicamente intestato la rappresentanza appassionata del vasto giudizio e sentimento popolare a difesa della famiglia naturale e dei diritti dei più deboli.
Chiediamo pubblicamente al Nuovo Centrodestra di essere coerente con le proprie posizioni e convinzioni politiche (contraddette palesemente dal ddl Cirinnà) e di avere il coraggio delle proprie idee. Costi quel che costi.
I tentativi di “equilibrare” la portata del disegno di legge Cirinnà vanno ormai verso il totale fallimento. Per questo motivo chiediamo a NCD di condizionare la propria permanenza al Governo all’abbandono del ddl Cirinnà sulle unioni civili, il cui dossier è saldamente in mano al Presidente Renzi, segretario del Partito di maggioranza relativa, e ad autorevoli membri dell’Esecutivo, nonostante non fosse presente nel patto di governo.
Il popolo del Circo Massimo, il popolo italiano, non si ricorderà soltanto di chi avrà inferto violenza alla "società naturale" e leso il diritto di tutti i bambini ad avere una mamma e un papà, ma si ricorderà anche di chi, pur potendo, non avrà fatto tutto ciò che era in suo potere per impedire che tale violenza venisse esercitata e legalizzata.
Alfano e il suo partito hanno la possibilità di essere ricordati come coloro che hanno sacrificato le poltrone ai valori, o viceversa. A loro la scelta. Noi, quelli di Piazza San Giovanni e del Circo Massimo, abbiamo già fatto la nostra.
Firma qui: http://www.citizengo.org/it/32769-mantieni-parola
Dopo aver firmato, questa volta più che mai, è importante che tu condivida questa petizione con il più alto numero possibile di contatti. Ecco il link per condividere: http://www.citizengo.org/it/32769-mantieni-parola?m=5
======
GAY CULTO SODOMA IDEOLOGIA GENDER? GOVERNO RENZI A CASA!   il popolo italiano, non si ricorderà soltanto di chi avrà inferto violenza alla "società naturale" e leso il diritto di tutti i bambini ad avere una mamma e un papà, ma si ricorderà anche di chi, pur potendo, non avrà fatto tutto ciò che era in suo potere per impedire che tale violenza venisse esercitata e legalizzata.
=========
GAY CULTO SODOMA IDEOLOGIA GENDER? GOVERNO RENZI A CASA! voi avete scardinato la civiltà ebraico cristiana in favore delle civiltà della eutanasia, Darwin le scimmie a porno doppia fica, godi al 200% davanti e di dietro! QUì è IL TUO PARADISO! voi nella MASSONERIA, voi avete calpestato la Costituzione, la LEGGE NATURALE, e la scienza dato che  Sigmund Freud il padre della psicanalisi ha fondato scientificamente il discorso sul complesso di Edipo e di Elettra, nella formazione psicosessuale della identità del bambino e della bambina! IO LO GIURO CHE VOI SARETE TUTTI PUNITI!
=========
NOI AFFERMIAMO IL DIRITTO DELLA VITA ANCHE PER GLI ANDICAPPATI, CHE, HITLER LI UCCISE TUTTI IN GERMANIA GLI ANDICAPPATI, E QUELLA NON è STATA UNA STORIA A LIETO FINE! COME FINIRà, anche, IN TRAGEDIA QUESTA STORIA CRIMINALE NAZISTA della SHARIA DELLA LEGA ARABA! SOLTANTO CHE, ROTHSCHILD VUOLE FAR MORIRE PRIMA ISRAELE, PER POTER DISTRUGGERE LA LEGA ARABA DOPO! e per il mio vescovo? io sono già un andicappato vivo: "fatti aiutare da uno bravo!" lui mi ha detto. QUINDI, IO SONO FELICE DI ESSERE UN ANDICAPPATO VIVO! PERò QUALCUNO GLI VADA A DIRE, CHE, IO SONO ANDATO GIà A MESSA NELLA CHIESA DI CRISTO RE, di Santa Maria di LEUCA questa DOMENICA: PERCHé LUI è MOLTO PREOCCUPATO, PERCHé PENSA CHE IO NON VADO A MESSA LA DOMENICA! La ONU quiere que nuestro gobierno "se retracte y cambie nuestras leyes" en materia de aborto, ¡¡¡NO aceptamos esta injerencia ilegítima e ideológica en nuestra soberanía!!! Escribe ahora a la directora de la Organización Mundial de la Salud. Le enviaremos copia al Alto Comisionado de Derechos Humanos y a las misiones de los países en DDHH de la ONU en Ginebra. Hay que matar al posible enfermo ] Lo han hecho. Este viernes el Alto Comisionado para los Derechos Humanos de la ONU, Zeid Da´ad Al Hussein, hizo un llamado a los países afectados por el zika para que “flexibilicen” sus legislaciones de aborto. Le vamos a enviar las más de 43.000 firmas recolectadas hasta ahora dirigidas a la directora de la OMS, Margaret Chan. Además, le enviaremos copia a las misiones de los países en la oficina de DDHH de la ONU en Ginebra. ¿Quieres participar ahora? http://citizengo.org/es/32651-no-instrumentalice-zika-para-promover-aborto Si ya firmaste, por favor, comparte esta campaña para que más gente se pueda sumar. Esto es exactamente lo que dijo ayer el Alto Comisionado: “Las leyes y políticas que restringen el acceso a los servicios de salud sexual y reproductiva vulneran las leyes internacionales y deben revisarse urgentemente. (…) En situaciones donde los servicios de salud sexual y reproductiva están penalizados, o simplemente no están disponibles, los esfuerzos para detener esta crisis no darán resultado si se coloca el foco en pedir a las mujeres y niñas que eviten quedarse embarazadas” Por si no se le había entendido, su portavoz, Cecile Pouilly, lo aclaraba en la rueda de prensa celebrada ayer: "Es por eso que estamos pidiendo a los gobiernos que se retracten y cambien esas leyes (...) No solo no le ofrecen la primera información que esté disponible, sino también la posibilidad de poner fin a sus embarazos si así lo desean". Una violación del principio de no injerencia brutal… ¿Acaso no sabe el Alto Comisionado que el aborto no ha sido declarado NUNCA como derecho humano? ¿Acaso desconoce que el aborto es la violación del primer derecho humano que es el derecho a la vida?
No es la primera vez que Zeid Da´ad Al Hussein presiona en este sentido. Pero no lo vamos a tolerar. No. Nunca. ¡Es una intromisión inaceptable en nuestra soberanía! http://citizengo.org/es/32651-no-instrumentalice-zika-para-promover-aborto Como sabes, el vínculo del virus con la microencefalia de los bebés todavía no se ha demostrado. Pero aunque así fuera, ¿es que la solución para los posibles enfermos es la muerte? Eugenesia pura… Como te podrás imaginar, ya han tardado las feministas en recoger el guante y aprovechar para presionar a sus gobiernos: Mónica Roa, portavoz de Women´s Link Worldwide (Colombia-Estados Unidos): “El Ministerio de Salud tendría que adoptar una postura clara. No digo que tenga que recomendar a todas las mujeres con Zika que aborten, pero sí que pueda informarlas de cuáles son sus opciones"
Morena Herrera, portavoz de la Asociación para la Despenalización del Aborto en El Salvador: “Los Gobiernos no tienen en cuenta las realidades que enfrentan las mujeres”
Algunos gobiernos siguen el juego: http://citizengo.org/es/32651-no-instrumentalice-zika-para-promover-aborto La directora del Instituto Nacional de la Salud (INS) de Colombia, Martha Lucía Ospina, afirma que el zika se relaciona directamente con tres muertes.
El ministro de Salud colombiano, Alejandro Gaviria, enfatizó la “preocupación” de Colombia por la mortalidad vinculada al zika
El gobernador de Puerto Rico, Alejandro García Padilla, decretó una emergencia sanitaria en la isla caribeña ante el virus, luego de que los casos aumentaran a 22, uno de ellos en una mujer embarazada. Otros en cambio, no caen en el juego. Es el caso de la ministra de Salud de El Salvador, Violeta Menjívar: “La prioridad es matar zancudos (el mosquito Aedes aegypti transmisor del zika, el dengue y la chicunguña) y cuidar a las mujeres embarazadas” La respuesta más contundente llegó del cardenal hondureño Oscar Andrés Rodríguez Madariaga:
"Honduras no va a resolver una crisis grave matando a los niños y, si alguien acuerda un aborto terapéutico, recibirá el castigo divino"
Una campaña de propaganda para tratar de imponernos el aborto. El aborto no cura nada. No soluciona nada. Tan sólo mata a un potencial enfermo. ¿Para eso queremos un ‘Alto Comisionado’ de Derechos Humanos? http://citizengo.org/es/32651-no-instrumentalice-zika-para-promover-aborto Estos altos funcionarios internacionales son de vergüenza ajena. Una vergüenza para la humanidad… No lo vamos a aceptar. Te iré contando lo que vaya pasando. Un abrazo, PD. Gracias por defender la vida frente a los ataques inopinados de Naciones Unidas. Nada menos que del Alto Comisionado de Derechos Humanos. ¡Vergüenza! Por favor, no dejes de compartir esta campaña en tu Face, PD2. No sé si te he contado ya: en unos días marcho para Iraq para ayudar a los cristians perseguidos. Ya te contaré detalles. Si eres creyente, por favor, echa un rezo. http://citizengo.org/es/32651-no-instrumentalice-zika-para-promover-aborto
=============
5 santi che caccerei dal Paradiso se fossi Dio, di Mauricio Artieda  ] ovviamente ecco perché Gesù è salito sulla Croce, per pagare i nostri peccati, non ho finito di leggere questo articolo perché la connessione mi cade ogni 10 minuti e devo riavviarla! QUINDI FORSE LA CONCLUSIONE è CHE NESSUNO PUò ANDARE IN PARADISO A MOTIVO DELLE SUE OPERE MA, SOLTANTO PER LA FEDE, ED IO HO LETTO FINORA, LA DENIGRAZIONE DI MOSé, DAVIDE ED ELIA soltanto [ su questo articolo c'è davvero da avere paura. http://it.aleteia.org/2016/02/03/5-santi-che-caccerei-dal-paradiso-se-fossi-dio/2/ è UN MODO MOLTRO STRANO: CINICO: DI INTERPRETARE LA BIBBIA: PERCHé, DIO HA GLORIFICATO QUESTI UOMINI DI ISRAELE, MA LUI LI CACCIA DAL PARADISO: COME SE UN UOMO DEBBA SMETTERE DI ESSERE FRAGILE, limitato, peccatore, SOLTANTO PERCHé è UN MINISTRO DI DIO! IO SONO UN UOMO FRAGILE: CHE HA IMPARATO A GESTIRE LA SUA FRAGILITà, ecco perché io sono umile! TUTTO QUELLO CHE IO POTREI FARE COME ANCHE DARE LA VITA MIA? NON POTREBBE MAI ESSERE PER ME UN DIRITTO A POTER ENTRARE IN PARADISO, PERCHé IN PARADISO SI ENTRA SOLTANTO PER GRAZIA E PER MISERICORDIA! http://it.aleteia.org/2016/02/03/5-santi-che-caccerei-dal-paradiso-se-fossi-dio/ dice: " come se i prodigi di Dio, fossero una arrogante manifestazione di potenza su tutti, cira Elia lui dice: "Mi chiedo: se su sua richiesta Dio era capace di inviare il fuoco dal cielo, perché Elia ha dubitato del Suo potere e del Suo amore di fronte alla persecuzione di Jezebel? Il cuore di un vero santo non può avere questo tipo di dubbi. Neanche Elia va bene per me." MA PROPRIO PERCHé ELIA FU RAPITO IN CIELO SU UN CARRO DI FUOCO? PROPRIO PERCHé CON MOSé APPARVE A GESù SUL MONTE DELLA TRASFIGURAZIONE, QUESTO INDICA CHE LE LORO DEBOLEZZE NON TURBARONO IL RAPPORTO DI FIDUCIA E DI AMICIZIA CHE DIO AVEVA CON LORO! ] continua [ Capite meglio di chi stiamo parlando? Immaginate la fiducia che Elia aveva in Yahvè, la sua vicinanza a Dio? Se questo non vi sorprende, vi racconto che la Bibbia non narra la sua morte, ci dice che venne avvolto dalle fiamme e scomparve senza lasciare traccia… Volete di più? Beh, è Elia, insieme a Mosè, ad apparire a Gesù il giorno della trasfigurazione. Pensate! Forse non c’è personaggio della Bibbia la cui santità sia più confermata di quella di quest’uomo… e tuttavia… Vi è piaciuto quello che è successo durante la sfida con i sacerdoti di Baal? Anche a me, ma alla regina Jezebel non è piaciuto affatto, e ha deciso di liberarsi del nostro profeta. Cosa pensate che abbia fatto Elia? L’ha aspettata e l’ha accolta con un sorriso fiducioso? È andato a cercarla per affrontarla? No! Dice la Bibbia che il nostro temibile profeta, quello che aveva sfidato 500 sacerdoti sul monte Carmelo, “impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi” (1 Re 19, 3) Cosa?!? ] [ E PERCHé SECONDO VOI IO SONO UN POLITICO E NON SONO UN PROFETA? PROPRIO PERCHé, SE DIPENDE DA ME IO NON HO PROGETTATO DI FARE NESSUN MIRACOLO, DI TIPO EVIDENTE, IO PENSO CHE GLI UOMINI CHE SONO RIBELLI E PERVERSI, POI, è GIUSTO CHE DEBBANO MORIRE DELLA LORO STESSA MALVAGITà! io sono soltanto la legge del taglione!

Un'eresia vera e propria. ogni violenza in nome di Dio [ king saudi arabia, i satanisti uccidono i cristiani, e bruciano le Bibbie, che è: proprio quello che tu fai! tu sei un vero satanista! e se i satanisti, cultori del male, credessero, che, il corano fosse vero? poi, profanerebbero anche il corano, ma, questa è la verità tutti i satanisti americani insieme agli islamici, profanano soltanto la Bibbia! ragazzo, tu sei un menzogna, una malvagità, intrinseca, tu sei l'anticristo, tu sei il satanista sharia! ecco perché, io sto venendo a bruciarti con La Ira di Dio: questa volta, DEFINITIVAMENTE!]
Dottrina sociale della Chiesa e dello uomo]. In breve i cristiani sono nel mondo, ciò che l'anima nel corpo. L'anima è in tutte le parti del corpo, e anche, i cristiani nel mondo. questo è il posto di combattimento, che. Dio ha loro assegnato, e non è loro permesso di disertarlo. [ Lettera a Diogneto, in letture patristiche, Roma-Padova 1969]

my JHWH, i musulmani nella loro ignoranza sono disgustosi e criminali, infatti confondono: 1. politeismo con idolatria, e confondono, 2. secolarismo, con, laicismo.. ecco perché, gli assassini di tutte le razze, hanno pochi concetti, nel loro vocabolario. Senza dubbio l'uomo può organizzare, la terra senza Dio, ma, senza Dio, egli non può alla fine, che organizzarla, contro l'uomo. Ecco perché il messaggio cristiano, non è politico, storico, ma metastorico, metafisico sociale universale. Ideologi meschini, ignoranti, imperialisti ladri, farisei, usurai, vampiri, parassiti, bugiardi, assassini non lo apprezzeranno mai! Infatti, lungi dall'essere la norma ultima dei valori, il vero uomo realizza se stesso nella trascendenza, cioè, facendo di se stesso uno strumento dello amore universale
Quindi è la morale naturale universale la vera ispirazione della dottrina sociale della Chiesa! Cioè quei principi etici assoluti universali, che ogni uomo ha dentro di se, in quanto uomo, cioè qualcosa che risulta indipendente, dalle forme storiche della loro realizzazione, asservite a qualche ideologia, o geopolitico progetto imperialistico.

17 gennaio, 10:35. #Hollande tranquillo e liberato per media (e dove è il problema, la sua testa è poco sopra i suoi testicoli, è normale che lui è felice! e poi, senza sovranità monetaria?, non può esistere, un vero problema politico, per gli allineati, di esoteric agenda, occult power, DATAGATE, alienz abductions, visto che, la POLITICA, è tutta una truffa farisei Bildenberg, E DI OGNI MONOPOLIO EBRAICO DELLA INFORMAZIONE, CHE, PRESTO UCCIDERà iSRAELE) - PARIGI,''Gestisce questa vicenda come un problema politico, non come un problema sentimentale''. Così una persona a lui vicina descrive al quotidiano Le Parisien il comportamento del presidente francese Francois Hollande, dopo la rivelazione della sua relazione con l'attrice Julie Gayet. Chi lo ha visto in questi giorni, racconta ancora il popolare giornale parigino, parla di un presidente ''tranquillo'', che si sente ''liberato'', ed è ''contento'' della riuscita della sua conferenza stampa.

Israele convoca 4 ambasciatori Ue. Di Italia insieme a Spagna, Francia e Gran Bretagna. 17 gennaio, 10:30. #Israele convoca 4 ambasciatori Ue #GERUSALEMME, Il ministero degli esteri israeliano, guidato da #Avigdor Lieberman, ha convocato oggi gli ambasciatori di #Italia, #Gb, #Francia e #Spagna, per "chiarimenti sulle posizioni espresse, da questi Paesi sul conflitto, #israelo -palestinese". Secondo il ministero, riferiscono i media, le posizioni di questi Paesi "non sono equilibrate". è normale che, i nazisti ( tutti massoni, figli di farisei Illuminati, satanisti, Spa, Fmi, Nwo, che, hanno rubato la costituzionale sovranità monetaria, per fare soffocare i popoli fino alla morte) non vedono gli altri nazisti come loro, cioè, quelli della sharia. e non si può scendere a patti con il demonio, il demonio si deve uccidere! ecco perché, i mostri della sharia, non possono avere uno spazio nel mondo degli uomini

Anti-religion hostility rose worldwide in 2012, study says
Published: January 15, 2014
Growth most rapid in North Africa, Middle East
Share on facebookShare on twitterShare on google_plusone_shareShare on redditMore Sharing Services3

The world became generally more hostile to religious believers of all faiths, Christianity included, in 2012, according to a major annual report issued Jan. 14.

Christians were harassed in more countries than followers of other faiths, though pressure on Muslims and Jews was widespread globally, according to the study, conducted by the Washington, D.C.-based Pew Research Center.

The report, now in its sixth year, measures constraints on religious freedom in two major categories: social hostilities and government restrictions. It surveys conditions in 198 countries, encompassing 99 per cent of the world's population.
Social Hostilities

A third of the world's countries had high measures of social hostilities in 2012, the highest level recorded in the study's six-year history. Pew defines social hostilities as ranging from terrorism and mob violence to harassment over religious attire.

Nearly half of all countries reported abuse of religious minorities by individuals or groups who took offense at, or felt threatened by, the minority. In the first year of the study, less than a quarter of all countries reported such abuse.

Violence, or the threat of it, against religious minorities to enforce religious norms was reported in 39 per cent of countries, compared to 33 per cent a year earlier and 18 per cent in the first year of the study.

The report said 2012 growth of social hostilities was especially rapid in Northern Africa and the Middle East, and was highest in Pakistan.
Government restrictions

High rates of official limits on religion were found in 29 per cent of the countries, about the same as the previous year. Pew examines 20 indicators of government control, including bans on specific faiths, restrictions on conversions, and preferential treatment to certain religions, among others.

Increases were detected among several of those 20 measures. Government limits on worship were citied in 74 per cent of countries, up from 69 per cent in 2011. Restrictions on public preaching were found in 38 per cent of countries, up from 31 per cent. And government force, such as arrest and prosecution, was documented in 48 per cent of the world's countries, up from 41 per cent.

Egypt ranked highest on the report's list of government restrictions.

Taking both categories — government restrictions and social hostility — into account, high levels of overall religious restrictions were reported in 43 per cent of the world's countries, the highest ever recorded by Pew. In all, three-quarters of the world's population lives under high levels of restrictions, according to the report.
The Christian experience

The Pew Center report concerns itself with all religions, not Christianity alone. It did say, however, that Christians in 2012 were harassed in more countries, 110, than any other single religion. Muslims were harassed in 109, and Jews, 71. Since the report began in 2007, Christian harassment has been reported in 151 countries, and harassment of Muslims in 135.
About the report

The Pew report released Tuesday covers 2012. It doesn't take into account momentous developments in 2013, such as the ouster of Muslim Brotherhood leader Mohamed Morsi from Egypt's presidency and the subsequent violence against Coptic churches across Egypt; or the anarchy and deadly Muslim-Christian violence in the Central African Republic; or the continued exodus of Christians from Syria and much of the Middle East; or the bombings in Peshawar, Pakistan, that killed scores of Christians.

Pew also excludes North Korea from its study, citing the inability to obtain reliable data from, or about, the reclusive country.

Data for the report is drawn from 18 public information sources, most published by national governments, the United Nations, European Union, and non-government human-rights organizations.

16 gennaio 2014. [ Chi vuole affogare il proprio cane, l'accusa di avere la rabbia, dice un proverbio francese. Le religioni sono rabbiose? Quanti desiderano escluderle dalla vita pubblica per relegarle nella sfera strettamente privata vorrebbero farlo credere. Così, prendendo a pretesto la dimensione in apparenza religiosa dei conflitti che insanguinano il pianeta, fomentano il pregiudizio secondo il quale le religioni, e specialmente quelle monoteistiche, sarebbero per natura fattori di divisione tra gli uomini. Per porre fine alle violenze e garantire la pace universale, ci sarebbe una sola soluzione: la secolarizzazione a oltranza.

Questa argomentazione è una delle forme che assume oggi il pensiero antireligioso. Essendosi diffuso il pregiudizio che il relativismo è la sola filosofia in sintonia con le esigenze della democrazia liberale, ogni comportamento che si riferisce a una verità trascendente, universale e assoluta, viene percepito come una minaccia per la pace civile. La fede religiosa è denunciata come una patologia sociale.

Questa strategia di demonizzazione di tutto ciò che è religioso non è di ieri. Lo Stato moderno, religiosamente neutrale e politicamente onnipotente, non si è forse imposto autoproclamandosi unico rimedio di fronte alle guerre di religione? La denuncia si è poi concentrata sulle fedi monoteistiche perché si pensa che generino una mentalità intollerante nei loro credenti in quanto questi pensano di possedere una verità universale e assoluta.

In questo contesto la Commissione teologica internazionale si è occupata del problema. Una sottocommissione, presieduta da padre Philippe Vallin, ha lavorato per cinque anni sul tema, in uno scambio costante con l'intera commissione. Ne è scaturito un testo, intitolato Dio Trinità, unità degli uomini. Il monoteismo cristiano contro la violenza, approvato dalla Commissione teologica internazionale lo scorso 6 dicembre. Il documento - pubblicato come di consueto sulla Civiltà Cattolica e accessibile sui siti internet della rivista e della Commissione - si presenta non come un trattato esaustivo di teologia ma come «argomentata testimonianza».

La sua tesi è inequivocabile: per quanto riguarda la fede cristiana, la violenza in nome di Dio è un'eresia pura e semplice. Qui non c'è alcuna concessione allo spirito del tempo, ma una convinzione che nasce dal cuore stesso del Vangelo. La violenza non si giustifica dunque né per rivendicare i diritti di Dio né per salvare gli uomini loro malgrado, poiché «la verità non si impone che per la forza della verità stessa» (Dignitatis humanae, n. 1). È questo il paradosso del cristianesimo: il rispetto scrupoloso della libertà religiosa non è motivato da una forma di relativismo ma deriva da quanto vi è di più dogmatico nell'idea che la fede cristiana offre di Dio.

Pretendere così che il rifiuto di ogni violenza in nome di Dio sia iscritto nel cuore stesso della fede cristiana rende necessaria un'autocritica della prassi storica dei cristiani. Nel corso dei secoli, infatti, il popolo di Dio non è sempre stato all'altezza di questa convinzione. Il documento s'impegna a sciogliere i legami occasionali che si sono potuti tessere nella storia tra cristianesimo e violenza religiosa e a interpretare correttamente le pagine della Bibbia che sembrano legittimare la violenza religiosa.

Nel dibattito su monoteismo e violenza, il documento ha voluto evitare due soluzioni facili. La prima sarebbe consistita nel dissociare il cristianesimo dal monoteismo: sì, concediamo che il monoteismo sia fattore di violenza, ma precisiamo subito che il cristianesimo sfugge a questa accusa perché annuncia il mistero di un Dio Trinità, che in sé è comunione nella differenza. Al contrario, il documento sottolinea che il mistero trinitario non si afferma assolutamente a detrimento del monoteismo.

Una seconda facile soluzione apologetica sarebbe stata quella di dissociare la fede cristiana dalla religione: sì, concediamo che la religione sia fattore di violenza, ma precisiamo subito che il cristianesimo non deriva dalla religione ma dalla fede. Al contrario, il documento insiste sul valore intrinseco dell'esperienza religiosa in quanto tale. Come la grazia non distrugge la natura ma la guarisce e la porta al suo compimento, così la fede cristiana assume la dimensione religiosa della condizione umana e la purifica riconducendola alla sua essenza autentica, che unisce inseparabilmente amore di Dio e amore del prossimo. Ogni violenza in nome di Dio è insomma «una corruzione dell'esperienza religiosa».

Questo punto è fondamentale per il dialogo tra le religioni. I teologi cattolici che hanno redatto questo documento non hanno voluto parlare a nome dei credenti delle altre religioni monoteiste, ma li invitano a intraprendere un analogo percorso di purificazione all'interno delle proprie tradizioni. Nella misura in cui queste sono espressione di una religione autentica, non possono che rifiutare la violenza religiosa. Lungi dall'essere fattore di divisione, le religioni, quando sono fedeli alla loro essenza e senza rinnegare nulla del loro senso dell'assoluto, sono fermenti di pace. Ecco perché sarebbe un suicidio tenerle separate dalla vita sociale e politica.

di Serge-Thomas Bonino, Domenicano, segretario generale della Commissione teologica internazionale.

[tutto in culo, agli islamici sauditi ottomani di merda!!]
L'Egitto dice sì alla nuova Costituzione
· Affluenza alle urne per il referendum nettamente superiore a quella della consultazione voluta da Mursi ·

16 gennaio 2014

Il Cairo, 16. Come ampiamente previsto, si profila un plebiscito in Egitto per la nuova Costituzione.

Un seggio al Cairo (LaPresse/Ap)

Nel referendum di ieri, i centri di monitoraggio della stampa prospettano una percentuale di voti a favore tra il 95 e il 97 per cento.

Alta la partecipazione, che sembrerebbe superiore al 55 per cento degli aventi diritto. L'annuncio ufficiale della commissione elettorale potrebbe arrivare entro la serata di oggi o al massimo domani, una volta espletati i controlli di rito. Se confermato, il dato rappresenterebbe una significativa vittoria per il Governo ad interim, che punta a ottenere una sorta di riconoscimento popolare dopo la destituzione del presidente, Mohammed Mursi, e riconquistare la fiducia internazionale. La Costituzione redatta nel 2012 sotto Mursi — congelata dopo l'insediamento del nuovo Esecutivo e ispirata dai Fratelli musulmani — ottenne infatti il 64 per cento di consensi, con una affluenza alle urne del 33 per cento.


[furono presi i santi in cielo, ed in terra furono lasciati i peccatori!]
i farisei anglo-americani non sbagliano mai si deve uccidere Gesù, infatti, le due uniche fiorenti comunità cristiane di Hiroshima e Nagasaki, furono selezionate scelte, per cancellare il cristianesimo giapponese, questo è il lavoro dei banchieri Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale, nello uso del loro potere occulto. [ I cristiani nascosti di Imamura. Parlano i discendenti dei perseguitati in Giappone. 16 gennaio 2014 ]

Cristian Martini Grimaldi racconta la storia dei cristiani nascosti in Giappone. Nel 1587 a Imamura, un piccolo villaggio a un'ora di treno da Fukuoka, c'erano 7000 cristiani.

Il daimyō era solito invitare i missionari come Fransisco Baez sul territorio a convertire la popolazione. È solo in seguito alla rivolta di Shimabara del 1637 che il governo locale vincitore costrinse tutti a registrarsi presso il tempio buddista. Quindi seguirono le persecuzioni condotte anche attraverso le delazioni. Venivano affisse per le strade delle targhe di legno (visibili ancora oggi in diversi musei in tutto il Giappone) con su scritto la ricompensa in argento per ogni prete, missionario o cristiano nascosto denunciato alle autorità.

Il 26 febbraio del 1867, oltre duecento anni dopo l'inizio delle persecuzioni, quattro cattolici di Urakami (Nagasaki) — ma c'è chi dice fossero due catechisti — vennero qui e con grande stupore trovarono moltissimi cristiani nascosti. Dodici anni dopo, nel 1879, un missionario francese divenne il primo parroco di Imamura: dopo oltre due secoli un parroco ordinato tornava ad amministrare i sacramenti nel piccolo villaggio. La prima chiesa venne costruita in legno nel 1881, e trent'anni dopo, sopra questa, venne costruita nel 1913 l'attuale chiesa.

Il dramma delle espulsioni
· Negli Stati Uniti le famiglie di origine ispanica chiedono aiuto a Papa Francesco ·

15 gennaio 2014

Alcune organizzazioni di immigrati negli Stati Uniti, riunite a Los Angeles, hanno rivolto un appello a Papa Francesco per chiedere il suo aiuto affinché siano sospese le espulsioni degli immigrati considerati clandestini. Come riportato dalle agenzie di stampa in questi ultimi anni sono state circa due milioni le persone che sono state rimandate nei Paesi di origine.

Un record, conseguenza dell'applicazione delle leggi vigenti assai più rigide rispetto al passato. Le associazioni protestano perché il presidente Obama si era impegnato a far approvare in tempi rapidi la riforma del sistema migratorio (ancora in sospeso al Congresso) e ad autorizzare i rimpatri solo nel caso in cui gli immigrati clandestini si fossero resi responsabili di "reati criminali". Invece secondo le associazioni solo il 14 per cento dei quasi cinquecentomila espulsi nel 2012 rientrerebbe in questa categoria.

Durante l'incontro a Los Angeles, alcuni bambini ispanici hanno letto e distribuito all'interno della cattedrale delle lettere indirizzate a Papa Francesco nelle quali hanno chiesto il suo intervento a favore delle famiglie costrette a separarsi a causa delle espulsioni. «Non voglio che rimandino in Messico il mio papà, ho paura di restare con i miei fratelli e di non avere da mangiare», ha scritto il piccolo Mario. «Tale azione — spiega Moreno — vuole richiamare l'attenzione della Chiesa cattolica, specificatamente del Santo Padre, affinché in qualche modo ci aiuti, con la sua voce potente a livello mondiale, a risolvere questo problema».


Oggi la Giornata del dialogo tra cattolici e ebrei. Al centro il comandamento "Non rubare, il signoraggio bancario ai popoli!"
come? non sei stato tu? ma, veramente, io non ti mai visto condannare, questo crimine di satanismo!
2014-01-16 Radio Vaticana. Si celebra oggi la 18.ma Giornata nazionale per l'approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei, sul comandamento "Non rubare". Per l'occasione, la Pontificia Università Lateranense, alle 17.30, ospita un incontro promosso dall'Ufficio per l'ecumenismo e il dialogo della diocesi di Roma. Interverranno il rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Di Segni, e l'economista Stefano Zamagni. Mons. Marco Gnavi, incaricato dell'Ufficio diocesano per l'ecumenismo e il dialogo, racconta il significato di questo appuntamento al microfono di Antonella Pilia: R. – Si tratta di approfondire i rapporti con il mondo ebraico, che per noi non sono estrinseci ma intrinseci al dna della nostra vita, perché Gesù era ebreo, ha pregato con le Scritture ebraiche dentro la tradizione ebraica; perché l'Alleanza mai revocata con il popolo del Primo Testamento ci spinge a guardare all'orizzonte escatologico, all'attesa del Regno, e lo facciamo insieme a loro su una terra piena di problemi, non ultimo quello dell'antisemitismo, che vogliamo affrontare e vincere insieme. Siamo spiritualmente parenti: Giovanni Paolo II nel 1986, visitando la Sinagoga, usò un'espressione originale chiamandoli "i nostri fratelli maggiori". Dunque non possiamo prescindere dalla fraternità e dall'amore gli uni per gli altri che, pur nelle nostre vocazioni diverse, ci richiama tutti al bene comune dell'umanità e al contributo che possiamo dare in maniera originale, se possibile, insieme.
D. – Dal 2005 la riflessione verte sui 10 Comandamenti. Quest'anno si approfondirà l'ottavo Comandamento: "Non rubare" …
R. – Viviamo in un tempo fortemente economicista, segnato da un certo individualismo; siamo portatori – cristiani ed ebrei – di un senso della vita connesso al suo aspetto religioso, verticale, di rapporto con Dio, dal quale discende anche il dono dei beni e del Creato. "Non rubare" è un imperativo biblico che ci vede insieme difendere la dignità dell'uomo e anche proporre a questa nostra società una via diversa. Tra l'altro, è una società che conosce anche le derive del male per ciò che riguarda i beni e la spoliazione degli altri: rubare non è solo sottrarre, ma è anche immiserire la vita di chi ha diritto alla dignità, anche attraverso il bene del lavoro, i beni che lo sostengono.
D. – Perché è così importante riuscire a dialogare con i "fratelli maggiori" ebrei?
R. – E' importante per comprendere il mondo ebraico e capire anche qualcosa di Gesù dall'interno del Primo Testamento, dell'Antico Testamento. E' importante perché lì dove ebrei e cristiani difendono insieme la vita ne godono tutti. Dove la vita degli ebrei viene minacciata, invece, viene minacciata la vita di tutti. L'antisemitismo, l'antigiudaismo, i segni di odio che hanno seminato dolore fino alla Shoah, durante la Seconda guerra mondiale, sono un grande monito che chiede una risposta alta e quotidiana, quindi diffusa e larga, ma anche profonda per le sue motivazioni. E' questo il senso, anche, di questi colloqui tra ebrei e cristiani.
D. – Per la prima volta la Giornata si svolgerà sotto il Pontificato di Papa Francesco, che ha anche annunciato il suo viaggio in Terra Santa. Qual è il personale apporto di Papa Francesco alla causa del dialogo tra ebrei e cristiani?
R. – Papa Francesco ha già ricevuto ufficialmente il rabbino capo Riccardo Di Segni e delegazioni internazionali; soprattutto, da arcivescovo di Buenos Aires, aveva un rapporto strettissimo con il rabbino Skorka, con il quale in tanti colloqui e in tanta amicizia e fraternità ha affrontato i temi del vivere, del dolore, della morte, della vita, i temi della spiritualità … Dunque direi che è connaturale a Papa Francesco uno sguardo di simpatia, di interesse, di amore per il popolo ebraico che, come dicevo, affonda le radici in un vissuto molto intenso.
Ultimo aggiornamento: 16 gennaio


Con l'amicizia di Papa Francesco
· Nuovo impulso al dialogo tra ebrei e cattolici ·

16 gennaio 2014

In occasione del 17 gennaio, giorno in cui la Chiesa in Italia, Polonia, Austria e Paesi Bassi celebra la Giornata dell'Ebraismo (in Svizzera questa giornata ha luogo la seconda domenica di quaresima) pare particolarmente opportuno riflettere sull'impegno di Papa Francesco a favore del dialogo ebraico-cattolico e sui suoi sviluppi negli ultimi tempi. Noteremo allora che l'interesse per questo dialogo dimostrato dal cardinale Jorge Mario Bergoglio nella sua città, Buenos Aires, prosegue linearmente a livello internazionale anche in Vaticano.

A livello istituzionale, il cardinale Bergoglio ha avuto contatti regolari con il Latin American Congress, con il cui segretario generale, Claudio Epelman, ha stretto negli anni una buona amicizia. Tanti sono stati gli incontri con rappresentanti ebraici e numerose anche le visite alle sinagoghe, dove ha tenuto prediche e ha partecipato a celebrazioni commemorative. Ricordiamo, per esempio, nel settembre 2007, la festa ebraica per il nuovo anno nella sinagoga B'nei Tikva o la celebrazione in commemorazione della Notte dei Cristalli organizzata insieme a rappresentanti del B'nei B'rith nella cattedrale di Buenos Aires nel novembre 2012. Il cardinale Bergoglio ha dimostrato grande solidarietà alla comunità ebraica di Buenos Aires quando una bomba fu fatta esplodere nel Centro della comunità nel 1994. Nell'undicesimo anniversario commemorativo di tale attentato, egli è stato tra i primi a firmare un documento che chiedeva giustizia per le vittime. In segno di sostegno e di incoraggiamento, il cardinale Bergoglio ha visitato nel 2010, insieme ai capi della comunità ebraica, il nuovo Centro ricostruito.

Il giorno successivo all'elezione al soglio pontificio del cardinale Jorge Mario Bergoglio, la comunità ebraica di Roma riceveva una sua lettera, in cui egli ribadiva la ferma intenzione di promuovere il dialogo con gli ebrei: «Spero vivamente di poter contribuire al progresso che le relazioni tra ebrei e cattolici hanno conosciuto a partire dal concilio Vaticano ii, in uno spirito di rinnovata collaborazione e al servizio di un mondo che possa essere sempre più in armonia con la volontà del Creatore». Così, fin dall'inizio, è stato chiaro che il nuovo Papa si sarebbe adoperato senza riserve per il dialogo ebraico-cattolico, per approfondire e intensificare i legami di amicizia già esistenti.

Norbert Hofmann
Segretario della Commissione per i rapporti religiosi con l'ebraismo.

Bomb scare reignites Christian fear in northern Mali
Published: January 16, 2014
Congregants forced to meet in school; explosives found nearby
Share on facebookShare on twitterShare on google_plusone_shareShare on redditMore Sharing Services6

The city of Gao was left badly damaged during the conflict between Malian forces and the Tuareg-led Islamist group last year.The city of Gao was left badly damaged during the conflict between Malian forces and the Tuareg-led Islamist group last year.

MINUSMA/Marco Dormino / Flickr / Creative Commons
Christians in a city in northern Mali, already forced to hold services in a school classroom because their church was looted and not ready to host meetings, had a bomb scare on Sunday (Jan. 12).

Military personnel patrolling the area in Gao on Sunday morning discovered explosives near the school. French army personnel were able to safely defuse the devices and authorities are now investigating, but the incident left church members shocked.

The pastor of the church, whose identity is being withheld to protect his security, told World Watch Monitor there is "insecurity in all aspects of life" at the moment, but that his congregation was refusing to panic.

"I cannot say for sure that the bomb was intended to hurt us Christians," he said. "I only know that the location of the bomb was right next to our place of worship and also a route frequently used by the military."

It is just over a year now since French troops ousted the Tuareg-led Islamist group, which had taken over northern Mali and declared independence, aiming to impose Islamic law on cities such as Gao.

On January 11 last year, French troops moved to regain control of the region after the Islamist militants had attempted to progress further south.

For nearly a year, the armed Islamist groups had ruled the region, banning the practice of other religions and desecrating and looting churches and other places of worship.

Thousands, including many Christians, fled the occupation and found refuge in the south of the country or in neighbouring countries such as Niger and Burkina Faso.

After the French helped the Malian forces to regain control of the region, the re-establishment of security took time and necessitated mass reconstruction, as many displaced people returned home.

A number of public buildings were destroyed during the conflict, including schools, health clinics, ancient monuments, hotels and restaurants.

The pastor of the church in Gao told World Watch Monitor that around 50 members of his congregation have returned home in recent months.

"We came back because we want to revive the testimony of Christ here in our hometown," he said. "Despite the insecurity in all aspects of life, we want everyone to return here and together to work for our God who loves us so much."

Mali fell from 7th to 33rd on the 2014 World Watch List, which ranks the 50 countries where practising Christianity is most fraught.

Following the French military intervention last year, "the threat of an Islamist takeover has been averted, at least temporarily", reported this year's World Watch List, which was compiled by Christian charity Open Doors International.

However, the list reports that the presence and infrastructure of Christianity in the north was largely destroyed, and that rebuilding a Christian presence will be difficult because many Christians who fled the north are afraid to return.

"Even though most Malian Christians (constituting less than 5% of the population) live in the south of the country, they feel threatened by Islamists in the north and fear of a new uprising remains," reports the list.