Kosovo Diktat islamici Bildenberg

5 santi che caccerei dal Paradiso se fossi Dio, di Mauricio Artieda  ] ovviamente ecco perché Gesù è salito sulla Croce, per pagare i nostri peccati, non ho finito di leggere questo articolo perché la connessione mi cade ogni 10 minuti e devo riavviarla! QUINDI FORSE LA CONCLUSIONE è CHE NESSUNO PUò ANDARE IN PARADISO A MOTIVO DELLE SUE OPERE MA, SOLTANTO PER LA FEDE, ED IO HO LETTO FINORA, LA DENIGRAZIONE DI MOSé, DAVIDE ED ELIA soltanto [ su questo articolo c'è davvero da avere paura. http://it.aleteia.org/2016/02/03/5-santi-che-caccerei-dal-paradiso-se-fossi-dio/2/ è UN MODO MOLTRO STRANO: CINICO: DI INTERPRETARE LA BIBBIA: PERCHé, DIO HA GLORIFICATO QUESTI UOMINI DI ISRAELE, MA LUI LI CACCIA DAL PARADISO: COME SE UN UOMO DEBBA SMETTERE DI ESSERE FRAGILE, limitato, peccatore, SOLTANTO PERCHé è UN MINISTRO DI DIO! IO SONO UN UOMO FRAGILE: CHE HA IMPARATO A GESTIRE LA SUA FRAGILITà, ecco perché io sono umile! TUTTO QUELLO CHE IO POTREI FARE COME ANCHE DARE LA VITA MIA? NON POTREBBE MAI ESSERE PER ME UN DIRITTO A POTER ENTRARE IN PARADISO, PERCHé IN PARADISO SI ENTRA SOLTANTO PER GRAZIA E PER MISERICORDIA! http://it.aleteia.org/2016/02/03/5-santi-che-caccerei-dal-paradiso-se-fossi-dio/ dice: " come se i prodigi di Dio, fossero una arrogante manifestazione di potenza su tutti, cira Elia lui dice: "Mi chiedo: se su sua richiesta Dio era capace di inviare il fuoco dal cielo, perché Elia ha dubitato del Suo potere e del Suo amore di fronte alla persecuzione di Jezebel? Il cuore di un vero santo non può avere questo tipo di dubbi. Neanche Elia va bene per me." MA PROPRIO PERCHé ELIA FU RAPITO IN CIELO SU UN CARRO DI FUOCO? PROPRIO PERCHé CON MOSé APPARVE A GESù SUL MONTE DELLA TRASFIGURAZIONE, QUESTO INDICA CHE LE LORO DEBOLEZZE NON TURBARONO IL RAPPORTO DI FIDUCIA E DI AMICIZIA CHE DIO AVEVA CON LORO! ] continua [ Capite meglio di chi stiamo parlando? Immaginate la fiducia che Elia aveva in Yahvè, la sua vicinanza a Dio? Se questo non vi sorprende, vi racconto che la Bibbia non narra la sua morte, ci dice che venne avvolto dalle fiamme e scomparve senza lasciare traccia… Volete di più? Beh, è Elia, insieme a Mosè, ad apparire a Gesù il giorno della trasfigurazione. Pensate! Forse non c’è personaggio della Bibbia la cui santità sia più confermata di quella di quest’uomo… e tuttavia… Vi è piaciuto quello che è successo durante la sfida con i sacerdoti di Baal? Anche a me, ma alla regina Jezebel non è piaciuto affatto, e ha deciso di liberarsi del nostro profeta. Cosa pensate che abbia fatto Elia? L’ha aspettata e l’ha accolta con un sorriso fiducioso? È andato a cercarla per affrontarla? No! Dice la Bibbia che il nostro temibile profeta, quello che aveva sfidato 500 sacerdoti sul monte Carmelo, “impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi” (1 Re 19, 3) Cosa?!? ] [ E PERCHé SECONDO VOI IO SONO UN POLITICO E NON SONO UN PROFETA? PROPRIO PERCHé, SE DIPENDE DA ME IO NON HO PROGETTATO DI FARE NESSUN MIRACOLO, DI TIPO EVIDENTE, IO PENSO CHE GLI UOMINI CHE SONO RIBELLI E PERVERSI, POI, è GIUSTO CHE DEBBANO MORIRE DELLA LORO STESSA MALVAGITà! io sono soltanto la legge del taglione!
===================
le motivazione omosessuali del FAMILY DAY, CIOè, LA LOGICA DELLA FAMIGLIA NATURALE! ] Uno scrittore omosessuale agli anti-Family day: “Io conosco il vostro dolore” lui DICE NOI SIAMO NATI TUTTI DA UN UOMO ED UNA DONNA ED è GIUSTO CHE DEBBA ESSERE COSì, MATRIMONIO E ADOZIONI SONO PER GLI ETEROSESSUALI SOLTANTO! [ No. Qui, oggi, non vi si chiede di cambiare vita. Ciò che vi si chiede, ciò che vi chiedo io, e di deporre le armi e guardare con verità alla storia da cui provenite, da cui tutti proveniamo: un maschio e una femmina, un papà e una mamma, che per qualche ragione, fortuita o volontaria, hanno fatto sì che noi oggi esistessimo. Forse i vostri genitori non sono stati i migliori del mondo. Forse talora possono essere stati persino i peggiori. Ma almeno voi sapete chi sono. http://it.aleteia.org/2016/02/04/uno-scrittore-omosessuale-agli-anti-family-day-io-conosco-il-vostro-dolore/

LA TESTIMONIANZA DOLOROSA DI UN FIGLIO CRESCIUTO DA UNA COPPIA GAY, CHE CHIEDE IL RISPETTO E LA TUTELA DELLA FAMIGLIA SECONDO IL DIRITTO NATURALE! La testimonianza della figlia di una coppia gay che dovrebbe farci svegliare, di Dawn Stefanowicz Sono una dei sei figli adulti di genitori gay che di recente hanno presentato degli amicus brief alla Corte Suprema statunitense chiedendole di rispettare l'autorità dei cittadini di mantenere la definizione originaria del matrimonio: un unione tra un uomo e una donna con l'esclusione di tutti gli altri, di modo che i Leggi tutto… http://it.aleteia.org/2015/06/30/la-testimonianza-della-figlia-di-una-coppia-gay-che-dovrebbe-farci-svegliare/
========================
my ISRAELE ] [ il mio ministero politico, se Dio vuole, LUI può darlo ad un altro! ma, io non ritengo, a livello personale, di essere superiore a nessuno, in tutto mondo come una persona: uguale a tutti, ed ogni persona merita il rispetto che, si deve a me: a prescindere da ogni suo orientamento! soltanto, si richiede DA TUTTI, una giustizia ed una verità che siano universali RAZIONALI ed oggettive: perché non può esistere una fratellanze, se anche io soltanto, possa essere messo, su un piano di superiorità! SE è VERO CHE DIO HA DETTO: "VOI SIETE TUTTI FRATELLI!" InutilmEte i sacerdoti di satana in Youtube hanno cercato di far crescere in me, una sovrastima della mia persona! NO, IO SONO UN UOMO COME TUTTI: QUESTA è LA MIA GLORIA, DAVANTI A DIO!
=======================
 Read this month's Word from Jerusalem online › Feast 2016 Feast of Taberncales / 16-21 Oct 2016, Join us in Jerusalem this year as thousands of believers from around the world gather to celebrate the faithfulness of our God and show their support for Israel.
Learn more ›
Isaiah 62 Take the Isaiah 62 Pledge to Praym Christians around the world are joining monthly to pray for Israel according to the command of Isaiah 62. We invite you to join this global movement of prayer by using our monthly prayer points.
Learn more ›
Adopt a Holocaust Survivor Adopt a Holocaust Survivor, Through a monthly commitment you can express your love and support for these precious Holocaust survivors by ensuring ongoing quality care and daily therapeutic activities.
Learn more › http://int.icej.org/media/word-jerusalem

my ISRAELE ] se avete bisogno di miracoli e di profezie? ok! poi, andate a chiederle al mio amico Benny Hinn, io non faccio di queste cose! E se qualcuno non crede nella mia umiltà, dopo tutto quello che, io ho detto, circa, delle cose incredibili sulla mia identità di Unius REI, è soltanto perché lui non ha conosciuto la UMILTà INFINITA DI DIO! e io vi posso dire che, Dio non si ritiene di essere superiore a noi per il fatto di Essere il Signore Onnipotente Creatore del cielo e della Terra! e Nessuno potrebbe mai stare a suo imbarazzante disagio di fronte alla infinita santità di Dio!
===================================
TUTTI FUORI GLI ARABI DA ISRAEL! Netanyahu Wants to Ban Arab Knesset Members who Visit Terrorists’ Families zoabi, Odeh, Zahalka, Ghattas [of couse: you to Ban they all: are enemy Israel! ]
http://sable.madmimi.com/click?id=35148.4272988.91b52392f2c3ade334696243b7c1cb0b&l=2483&url=http%3A%2F%2Funitedwithisrael.org%2Flawmakers-who-console-terrorists-families-have-no-place-in-the-knesset-netanyahu-affirms Israeli Scientists Discover Early Detection Method for Lung Cancer! israel lung cancer detection
WATCH: US Spokesman Finally Makes Sense! (Rejecting Terror) James Kirby Answers Question
cbs ACT NOW! Protest CBS News for Biased, Dishonest Reporting
Palestinian official praises Hitler WATCH: Senior PA Official Says ‘Hitler Wasn’t Morally Corrupt – He was Daring’ Hitler non era moralmente corrotto - Era audace'.. [] OK ADESSO DOBBIAMO ESSERE AUDACI ANCHE NOI! [] Palestinian worker in Hamas terror tunnel. Hamas Terror Tunnels Continue to Collapse in Gaza, Killing More Terrorists
stop_pa_newsletter EU smuggle European Union Diplomat Attempts to Smuggle Millions in Goods into Israel
Israel Holland Israeli-Dutch ‘Innovation Day’ Aims to Advance Mutual Economic Relations
Abbas Glorifies Murder WATCH: Fatah Video Shows PA Head Abbas Glorifying Mass Murder. [REALLY?] FUORI DALLE PALLE TUTTI GLI ISLAMICI: SUBITO VANNO TUTTI DEPORTATI IN SIRIA!
Jews board a train during the Holocaust. Holocaust Victims Seek Justice From Hungary in US Court
mishpatim Living Torah: What is a Jewish-Owned Hebrew Slave and What Does He Teach Us?
======================
SALMAN SAUDI ARABA SALAFITI WAHHABITI ] oggi ti piace Rothschid SpA FED, sacerdoti satana CIA, perché, loro ti permettono di uccidere, così tanti martiri cristiani, i tuoi schiavi dhimmi, che subiscono il geenocidio, in tutto il mondo? Cazzo, sono 30 anni che, tu mi stai facendo contare i cadaveri! Ok! ma, domani quando sarai diventato il porco ingrassato giusto, e tu dirai a me: "UNIUS REI SALVAMI, perché Rothschild mi vuole uccidere?" CERTO IO DIRò A TE, QUEL GIORNO: "FOTTITI! TU E TUTTA LA TUA LEGA ARABA DI CRIMINALI, FOTTITI, TU IL TUO MALEDETTO PROFETA, fottiti tu e la tua MALEDETTA RELIGIONE!" Gentile sostenitore, finalmente il Parlamento Europeo si è piegato e ha deciso di discutere la proposta di definire “Genocidio” l’immane tragedia che colpisce le minoranze religiose, tra cui quella cristiana, in Iraq. La sistematica offensiva dell’ISIS contro le comunità cristiane in Medio Oriente quindi potrebbe infine essere chiamata per quello che è nella realtà: un vero e proprio genocidio! Essere sempre più consapevoli del dato reale e delle difficoltà concrete che i cristiani, in paesi come Iraq e Siria, stanno affrontando ormai da diversi anni è di fondamentale importanza per agire concretamente a favore della libertà di espressione e della libertà religiosa. Per questo motivo l’Osservatorio sulla Cristianofobia ha deciso di dare nuovo impulso alla petizione “Fermiamo la Cristianofobia” per continuare a fare pressione sulle Istituzioni italiane ed europee affinché assumano una posizione inequivocabile contro questo genocidio. Potrai dare il tuo contributo, firmando oggi stesso la petizione cliccando sul bottone qui sotto. [Firma anche tu la petizione!] L’obiettivo è quello di raccogliere entro Pasqua altre 10 mila firme da consegnare al Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz! [Firma anche tu la petizione!] La partecipazione e la collaborazione di ciascuno di noi è determinante per attivare non solo l’opinione pubblica, ma anche per sollecitare chi di dovere a prendere le dovute iniziative a tutela dei cristiani perseguitati! Insieme possiamo fare la differenza per le comunità cristiane del Medio Oriente! E fare la differenza per la tutela del diritto alla libertà religiosa, che sta alla base della nostra società e di ogni democrazia. [Firma anche tu la petizione!] Oltre a firmare la petizione, ti prego anche di condividerla con i tuoi amici, tramite Facebook, Twitter e gli altri tuoi profili social.
È importante poter raccogliere altre 10 mila firme al più presto! E se i tuoi mezzi te lo consentono, ti prego di considerare un aiuto all’Osservatorio sulla Cristianofobia, così da poter portare avanti questa campagna in difesa dei cristiani perseguitati. [Fai la tua donazione!] Spero di poter contare ancora una volta sul tuo aiuto!
Un carissimo saluto, Silvio Dalla Valle, Responsabile Campagna Osservatorio sulla Cristianofobia Grazie al sostegno dei suoi benefattori, l’Osservatorio sulla Cristianofobia continua il suo impegno di monitoraggio e di denuncia in difesa dei cristiani perseguitati!
Una tua libera donazione sosterrà le attività dell’Osservatorio sulla Cristianofobia a tutela dei cristiani in difficoltà! [Fai la tua donazione!]
========================
Osservatorio sulla Cristianofobia, Petizione indirizzata all'anticristo massone: il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, Rothschild e sodoma culto: "questa è la fine": 27 Marzo 2016. Considerato: 1. l’acuirsi dei casi di persecuzione contro i cristiani nei paesi dove è forte il fondamentalismo di matrice islamica, dove esiste ancora un regime comunista e dove l’identità nazionale è determinata esclusivamente a partire da una particolare religione; 2. l’incremento, in Occidente, di segnalazioni di intolleranza, di discriminazione e di violazione della libertà religiosa a danno di persone di fede cristiana; Soltanto una vasta mobilitazione dell’opinione pubblica potrà sollecitare le istituzioni europee e internazionali affinché prendano le misure necessarie a porre rimedio alle discriminazione e alle persecuzione ai cristiani a causa della loro fede.
Chiediamo dunque che i parlamentari europei si esprimano con fermezza contro tutti gli atti di intolleranza e di discriminazione verso i cristiani e condannino in maniera inequivocabile quello che è un vero e proprio genocidio delle minoranze religiose ad opera dell’Isis in Iraq e in altri paesi del Medio Oriente.
http://www.luci-sullest.it/petizione-ferma-cristianofobia/?origine=DNucvo-pslf-klxi
CIA GENDER OBAMA NATO ONU e ARABIA SAUDITA si stanno divorando tutti i cristiani nel mondo! 27/01/2016, Patriarca Sako: pianificata la persecuzione contro i cristiani! “Non è un segreto” che siano intervenuti dei “giocatori esterni che hanno agito in base alle proprie ambizioni nella regione”. http://www.lucisullest.it/patriarca-sako-pianificata-la-persecuzione-contro-i-cristiani/
============
my ISRAEL ] [ CHI è QUEL CRIMINALE della CIA che in UK, MI DISTRURBA TUTTO IL GIORNO LA CONNESSIONE ADSL chiavetto fastweb, INTERNET? che Dio lo ricompensi: potentemente!
==============
Richard Dawkins: «denigriamo i cristiani ma rispettiamo gli animali», Chris Maxwell. Unione Cristiani Cattolici Razionali, 4 febbraio 2016     L’ex zoologo Richard Dawkins, noto “cavaliere dell’ateismo” fino a qualche anno fa, ha trovato un interessante escamotage per riabilitare mediaticamente la sua figura. Da anni è, infatti, costantemente al centro di polemiche tanto che sono sempre più numerosi gli appelli del “movimento ateo” che invitano a rinnegarlo pubblicamente. Lo considerano controproducente, un odifreddi italiano per intenderci.
Ecco quindi l’idea di far sua una campagna tanto di moda oggi, sopratutto sui social network. Ha infatti paragonato la lotta contro gli allevamenti intensivi degli animali a quella contro lo schiavismo di due secoli fa. Lui e Sam Harris, infatti, sono stati recentemente autori di un inno alla dieta vegana, condannando l’immoralità dei “carnivori” definendoli cittadini irresponsabili. Avendo fallito nell’intento di convertire il mondo all’ateismo – lo ha ammesso Dawkins stesso – vogliono ora cavalcare la campagna del vegetarianesimo, spronando al riconoscimento dei diritti umani per i non umani. Si tratta in realtà sempre della stessa strategia: per negare Dio, si tenta di confutare l’unicità dell’uomo, della creatura. E’ una forma di laico proselitismo, come abbiamo più volte fatto notare. La cosa più curiosa, che pochi hanno fatto notare, è che questa improvvisata militanza contro la sofferenza degli animali arriva da colui che è ricordato per aver paragonato le persone di fede religiosa a dei disabili mentali e che, nel 2012, ha pubblicamente invitato a denigrare i cattolici,«bisogna prendersi gioco di loro, ridicolizzarli! In pubblico!». Oggi vegetariano per “senso etico”, un anno fa twittava: «E’ segno di civilizzazione abortire i feti con Sindrome di Down». Compassione per la sofferenza animale, molto poca per quella dei bambini vittime di abusi sessuali dato che, nel 2013, ha difeso la pedofilia. Nemmeno per le donne, Dawkins, ha mai dimostrato molta pietà: è lui ad aver inneggiato alla moralità del tradimento della propria partner -e delle conseguenti menzogne per coprirlo-, mentre nel 2011 è entrato nella classifica dei peggiori misogini dell’anno per aver intimato ad una donna di non denunciare gli abusi sessuali subiti durante un raduno ateo, per non compromettere la reputazione della comunità. Ecco perché ora ha bisogno di riabilitarsi pubblicamente abbracciando la filosofia vegana, che va forte nei salotti borghesi occidentali. Certo, non si può non condividere il senso di profonda ingiustizia per la sofferenza gratuita fatta patire agli animali, per gli allevamenti intensivi e per i maltrattamenti che subiscono (la Chiesa è spesso in prima linea da questo punto di vista). Papa Francesco ci ha resi ancora più sensibili all’importanza dell’ecologia verso il mondo naturale, espressione della bontà di Dio. Non condividiamo però la scelta etica di ricorrere al vegetarianismo, sia perché riteniamo giusto che l’uomo disponga del creato (senza sentirsene padrone, però), sia perché non la riteniamo una scelta salutare (sopratutto il veganismo, basta considerare la letteratura scientifica in merito), sia perché la riteniamo una posizione ipocrita. Ci si batte solo per gli animali verso cui possiamo esercitare il nostro antropomorfismo -ovvero cani, gatti, balene, orsi-, escludendo ipocritamente tutto il mondo degli insetti (uccisi a milioni dagli animalisti quando si recano ai loro congressi, con le ruote delle loro auto) e tutti gli animali che meno stimolano la nostra tendenza antropomorfizzante (pipistrelli, blatte, piranha ecc.). Inoltre, chi non mangia animali per “senso etico” non si fa però remore a mangiare piante, ortaggi e verdure, le quali hanno a loro volta una vita di relazione, un’intelligenza e provano sofferenza, come è stato dimostrato. Non se ne esce, se non accettando quello che ricorda giustamente il teologo non cattolico Vito Mancuso: «gli animalisti, con il loro sostenere un comportamento del tutto privo di violenza verso gli animali e con il loro volere per gli animali gli stessi diritti dell’uomo, mettono in atto un comportamento che li distanzia al massimo dal mondo animale». Nessun animale cesserà mai di mangiare carne per “senso etico” e mai «estenderà alle altre specie i diritti di supremazia che la natura» gli ha concesso su altri animali. «Tutto ciò, esattamente al contrario del naturalismo professato da alcuni animalisti, mostra in modo lampante lo iato esistente tra Homo sapiens e gli altri viventi. Se gli esseri umani lottano per estendere agli animali gli stessi diritti dell’uomo non è quindi perché non c’è differenza tra vita umana e vita animale, ma esattamente al contrario perché tra le due vi è una differenza qualitativamente infinita». Parole sante, almeno per una volta, quelle di Mancuso. Ancora di più va ricordato ciò che scrive Papa Francesco nella sua enciclica: il rispetto per il creato «non significa equiparare tutti gli esseri viventi e togliere all’essere umano quel valore peculiare che implica allo stesso tempo una tremenda responsabilità. E nemmeno comporta una divinizzazione della terra, che ci priverebbe della chiamata a collaborare con essa e a proteggere la sua fragilità. Si avverte a volte l’ossessione di negare alla persona umana qualsiasi preminenza, e si porta avanti una lotta per le altre specie che non mettiamo in atto per difendere la pari dignità tra gli esseri umani. Certamente ci deve preoccupare che gli altri esseri viventi non siano trattati in modo irresponsabile, ma ci dovrebbero indignare soprattutto le enormi disuguaglianze che esistono tra di noi, perché continuiamo a tollerare che alcuni si considerino più degni di altri. Non ci può essere autentico un sentimento di intima unione con gli altri esseri della natura, se nello stesso tempo nel cuore non c’è tenerezza, compassione e preoccupazione per gli esseri umani. È evidente l’incoerenza di chi lotta contro il traffico di animali a rischio di estinzione, ma rimane del tutto indifferente davanti alla tratta di persone, si disinteressa dei poveri, o è determinato a distruggere un altro essere umano che non gli è gradito. Ciò mette a rischio il senso della lotta per l’ambiente».
http://it.aleteia.org/2016/02/04/richard-dawkins-denigriamo-i-cristiani-ma-rispettiamo-gli-animali/

Adozioni da parte di coppie gay: i bambini crescono meglio o peggio? Con dati scientifici alla mano vi dimostriamo come molti studi siano limitati e condizionati http://aleteia.us7.list-manage.com/track/click?u=e747b6da5b523d93de77f3f8b&id=745820aae3&e=42f38c5160

VOI VOLETE PROCESSARE ISRAELE, perché farisei non vogliono venire a vivere in ARABIA SAUDITA, e quindi è per questo che, il NAZISMO DELLA SHARIA, Allah akbar morte a tutti gli schiavi dhimmi, questi SONO I NUOVI DIRITTI UMANI IN ONU KABBALAH TALMUD MARDUCK Murdoch Spa FMI, CIA GUFO FED SPA AGENDA NWO NATO? Hamas reports two killed, eight others missing after second collapse. Hamas officials confirmed on Wednesday morning the death of at least two of it's operatives in a terror tunnel collapse. Eight others were reported missing after the underground passageway caved in, according to Hamas military wing, the Izzadin al-Kassam Brigades. The incident the second time in recent weeks that an underground passageway collapsed with Hamas figures inside. Along with the announcement on Wednesday morning, the Palestinian terror group released a promotional video depicting the underground realm of Hamas' tunnel operations along with other apparent militant training. Last week, seven Hamas men were killed when a tunnel collapsed close to the Gaza Strip’s eastern border with Israel, the Islamist group’s armed wing said on Thursday. It said the collapse occurred last week as a result of heavy rain and it took two days to find the bodies and announce the deaths. Mosques across the Palestinian enclave mourned those killed, calling them “Martyrs of the Preparation,” a reference to their work digging tunnels used to attack Israel. Watch Here. Ismail Haniyeh, a Hamas leader in Gaza, said on Friday that the group will never stop digging tunnels and upgrading rockets in preparation for any possible confrontation with Israel. Haniyeh, who is also Hamas’s deputy chief, spoke to a crowd of worshipers in a Gaza City mosque during prayers that were followed by the funeral for the seven Hamas men. “There are heroes east of Gaza City, digging the rocks and building tunnels," said Haniyeh. "And west of Gaza, heroes are testing rockets every morning and every day and it is all preparations." "Under the ground and above the ground, in tunnels and above the ground and into the sky, with rockets and in the sea and everywhere, it is the permanent preparation for the sake of Jerusalem and Palestine, and for the sake of the intifada of Jerusalem and the sake of our people,” Haniyeh said. In response, Prime Minister Benjamin Netanyahu said earlier this week that Israel will respond more forcefully than it did during 2014’s Operation protective Edge it it is attacked from the Gaza Strip’s terror tunnels. Netanyahu, speaking to the annual meeting of Israel’s ambassadors and consuls-general, related to the recent Hamas threats and boasts about those tunnels. “If we are attacked from the tunnels in the Gaza Strip we will respond with great force against Hamas, with much greater force then we used during Operation Protective Edge,” he said. “I think they understand this in the region, and in the world,” he added. “I hope we do not need to do this, but our defensive and offensive capabilities are developing rapidly, and I do not suggest that anyone test us.”
Source: Jerusalem Post
==============
The Muslim plan to influence the 2016 U.S. Elections. Muslims plan to influence U.S. Election 2016 with swing states FL, OH, VA, CO, NV, IW, NH, PA https://youtu.be/cYclOANSepk
Pubblicato il 26 gen 2016, Muslims plan to influence U.S. Election 2016 with swing states FL, OH, VA, CO, NV, IW, NH, PA. Jan 03, 2016. CAIR Executive Director Nihad Awad: The Muslims Can Be the Swing Vote in Major States in the 2016 Presidential Elections. Speaking at the 14th annual MAS-ICNA conference held in Chicago on January 3, CAIR Executive Director and Founder Nihad Awad said: "We have to register every single Muslim to vote in 2016. The Muslim vote can be the swing vote in major states." Awad warned that "life for American Muslims will be difficult" if "those attacking Muslims today will be in the White House," and said that the number of Muslims was growing in the seven predicted swing states of the 2016 presidential elections – Florida, Ohio, Virginia, Colorado, Nevada, Iowa, New Hampshire and Pennsylvania.
http://www.israelvideonetwork.com/the-muslim-plan-to-influence-the-2016-u-s-elections/
=============
Netanyahu Destroys BBC Reporter’s Question at International Press Conference, PM Netanyahu Holds Press Conference for the International Media http://www.israelvideonetwork.com/netanyahu-destroys-bbc-reporters-question-at-international-press-conference/

dio Darwin religione dogmatica, teoria indimostrabile: ha detto che l'uomo è una scimmia GENDER SOdoma, è finita quindi, la dignità e la sacralità della vita umana: perché, il Talmud ha detto che, tutti gli ebrei senza genealogia paterna, sono anch'essi tutti animali dalla forma goym: non più degni della pietà, ecco perché gli ISraeliani per i sauditi: e tutta la piramide islamica dei salafiti, rappresentano il nuovo genocidio olocausto da realizzare!! Il Regno Unito dà il via alla modificazione genetica di embrioni umani, Nei centri di fecondazione assistita gli "avanzi" di un giorno potranno presto essere utilizzati come cavie umane
http://aleteia.us7.list-manage.com/track/click?u=e747b6da5b523d93de77f3f8b&id=a5a8776810&e=42f38c5160

esiste una sola Nazione al mondo che, non si si può difendere da una dichiarazione di guerra, portata da un altra nazione (Palestina) e questo stato è Israele! PERCHé ISRAELE DEVE SUBIRE QUESTO MALEFICIO, di aggressione militare, e NON SI PUò DIFENDERE? Israeli Terror Victim Describes His Miracle and Demands: Don’t Give Away Land!     Jew wounded in terror attack
WATCH: Israel Carries Out Major Chemical Attack Drill     Chemical Attack Drill in Israel
Saudi Cleric Says US Tampers with Burgers So Muslims Will Give Birth to Girls     Saudi cleric spreads propaganda
WATCH: Popular Israeli Musician Draws on Ancient Tradition for Inspiration     Mark Eliyahu Music
Divine Retribution? Roof Collapses at Funeral Honoring Terrorists Killed by Tunnel Collapse
==============
chi rimuoverà da questo cazzo di Netanyahu, la accusa infamante, di essere proprio lui un traditore carnefice di israeliani? ]  ISRAELE è l'unica Nazione al mondo che, è aggredita da 66 anni, dal terrorismo nazismo islamico sharia di LEGA ARABA, della Ummah mondiale, e che, ISRAELE non può difendersi! è l'unica Nazione al mondo che, è maledetta dai Farisei Rothschild, MALEFICATA a veder morire la sua gente di terrorismo da 66 anni! AIPAC ONU, SPA FED NWO UE NATO RUSSIA CINA, VOI VOLETE RICONOSCERE UNA NAZIONE PALESTINA CHE NON è MAI ESISTITA E NON VOLETE RICONOSCERE UNA PATRIA PER TUTTI GLI EBREI! VEDETE? TUTTI VOI DICHIARATE DI VOLER PERDERE LA VOSTRA VITA E LA VOSTRA PATRIA ANCHE! GLOBALISTI GOLDMAN SAX NKUSA, la devono smettere di minacciare di genocidio tutti gli israeliani, da oltre 66 anni! Hadar Cohen (19) – Israeli Hero Murdered After Preventing Massive Attack     Terror victim. WATCH: Netanyahu Slams UN Chief for Encouraging Terror     Netanyahu Addresses UN anti-Israel Bias [[ chi rimuoverà da questo cazzo di Netanyahu la accusa infamante di essere proprio lui un traditore? ] [ Fake ‘NY Times’ Paper Distributed by Anti-Israel Activists     fake New York Times. Ramla attack     13-Year-Old Arab-Israeli Girls Stab Israeli Security Guard in Ramla, Obama Mosque Visit     WATCH: In Visit to Mosque, Obama Praises Muslims as Patriotic Americans, Mahmoud Abbas     Palestinian Leader Abbas Meets Families of Terrorists Hours After Deadly Attack in Jerusalem, Indiana BDS     Indiana Passes Pro-Israel Bill in Latest Setback for Movement to Boycott Israel. PA Incitement     WATCH: Family of Palestinian Terrorist Proud of His Attempt to Kill Jews
==================
la NATO CIA e la LEGA ARABA hanno riempito la Siria di terroristi ed ora vogliono mandare truppe di terra a spartirsi il bottino! ] SONO SENZA PUDORE QUESTI TURCHI SALAFITI MASSONI FARISEI SAUDITI CHE HANNO MOGHERINI COME PAPPAGALLO RAPPRESENTANTE, .. E MI SEMBRA GIUSTa la loro pretesa, DATO CHE, tutti i 3,2 milioni, CRISTIANI in: Siria e IRAQ, HANNO già SUBITO IL GENOCIDIO! [ Riad annuncia truppe di terra. Damasco avverte: 'I vostri soldati torneranno a casa nelle bare'. E' l'avvertimento lanciato dal ministro degli esteri siriano Walid al Muallim commentando le affermazione delle autorità saudite di esser pronte a inviare soldati in Siria contro l'Isis
==============
"nessuno abbocca!" come: "nessuno abbocca?" ...Quindi lui fin'ora ha finanziato Hillary Clinton, per fare abboccare la gente? Cioè lui dice che nel sistema massonico la politica è una truffa? ] MI SONO SEMPRE PIACIUTE LE PERSONE SINCERE, PERCHé RENDONO SEMPRE LE COSE PIù SEMPLICI! [  Guardate la candidatura di Hillary che sta sempre piu' affondando", scrive Murdoch su Twitter. "Nessuno abbocca..!
============
Kim Jong-un [ figlio mio ] SE, TU CI PENSI un poco? se, se tu la smetti di perseguitare i cristiani, chiama il PAPA a dire la MESSA! poi, di cosa ti potrebbero accusare? poi, tu avesti più diritti umani tu, che, non tutta la LEGA ARABA! ] QUESTE CIOLE VALUTANO I SATELLITI DAL PESO! [ Seul, Corea Nord pronta 5/o test nucleare. PECHINO, 7 FEB - Il lancio del razzo nordcoreano è da valutare come un missile visto che il satellite mandato in orbita non ha alcun valore: gli 007 della Corea del Sud - citati da Yonhap - ne sono convinti, ritenendo che Pyongyang abbia tecnologie utili per un missile intercontinentale e che sia al lavoro sul quinto test nucleare dopo quello del 6 gennaio. Il satellite di oggi è stato stimato avere un peso di appena 200 kg, doppio di quello mandato in orbita nel 2012, ma inconsistente rispetto ai tradizionali da 800-1.500 kg. Corea Nord: Pyongyang, satellite in orbita. Corea Nord: oggi riunione Onu d'urgenza

MI SEMBRA UNA BUONA IDEA, DA DISCUTERE DOPO LA IMMINENTE TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE di ROTHSCHILD SPA FED NWO NATO: VOGLIO TUTTO IO: LUCIFERO JABULLON è DIO, PER ORA, nella attesa degli eventi, NOI CI FACCIAMO DELLE OTTIME BASI NAVALI MISSILISTICHE ED AEREE: CON TANTI GIOCATTOLI NUCLEARI MOLTO PERICOLOSI! Il Giappone vuole dialogo con la Russia per risolvere controversie territoriali, 07.02.2016 Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ritiene un'anomalia l'assenza di un trattato di pace con la Russia. Ha promesso di intraprendere "negoziati difficili" con la Russia sulla questione dei "Territori del Nord": http://it.sputniknews.com/politica/20160207/2048429/Abe-Curili.html#ixzz3zULrHR97

LA MATTANZA DI ERDOGAN, CONTRO I CURDI ERA NELL'ARIA, da molto tempo, lui usa anche, ISIS sharia, per i suoi scopi imperiliastici SULTANATO NEW OTTOMANO: E QUESTO è ANCHE IL MOTIVO PER CUI AL-SISSI HA DETTO AD AL-SALMAN: "OK COMANDA TU IN EGITTO, E FAI IL TERRORISTA DI ITALIANI E RUSSI AMMAZZATI A MODO TUO!" [ Emirati Arabi pronti ad inviare truppe di terra in Siria ] : http://it.sputniknews.com/mondo/20160207/2047654/Turchia-Ankara.html#ixzz3zUP8ac4X, perché, quando questi ragazzi di terroristi vanno via? soltanto i loro musulmani salafiti sono quelli che rimangono: quindi, la LEGA ARABA istituzionalizza, il suo genocidio dei dhimmi! E SE IRAN NON INTERVIENE IN FAVORE DEI CURDI IRAKENI? ANCHE LORO SI ESTINGUERANNO IN QUESTA MALEDIZIONE DI GENOCIDIO UNIVERSALE DELLA sua LEGA ARABA sharia! E SE ERDOGAN ENTRA IN SIRIA E IRAQ CON I SUOI PAESI DEL GOLFO? POI, PER CACCIARLI? SARà 1000 VOLTE PIù SANGUINOSO! Esercito turco inizia a combattere nella roccaforte dei curdi del PKK, 07.02.2016) Il centro della città turca di Diyarbakir è diventato teatro degli scontri tra i militanti curdi del PKK da una parte e l'esercito turco e la polizia dall'altra. Il quartiere Sur è stato transennati dai militari turchi. Nel centro della città turca di Diyarbakir, dove si scontrano gli indipendentisti curdi e le forze di sicurezza di Ankara, è in corso una violenta battaglia con mitragliatrici e mortai, segnala il corrispondente di "RIA Novosti dal posto. Il rumore delle armi e delle esplosione si può sentire in tutta la città. Nel luogo della guerriglia sono arrivate diverse ambulanze scortate dalla polizia per poter prendere i feriti. Nel centro di Diyarbakir, considerata la "capitale" dell'indipendentismo curdo, si trova il quartiere storico di Sur. Ci sono diversi monumenti architettonici, in particolare una linea di bastioni, alcuni dei quali appartengono al 4° secolo a.C. All'interno della fortezza si trovano antiche chiese e moschee. Negli ultimi mesi il quartiere Sur è diventato il campo di battaglia tra i militanti curdi del PKK da una parte e l'esercito turco e la polizia dall'altra. Ora la zona è isolata dai militari turchi, che stanno bombardando le posizioni dei ribelli curdi. Il sindaco di Diyarbakir Firat Unley ha riferito a "RIA Novosti" che quasi 50 mila residenti di Sur su 70mila hanno lasciato le proprie case. A dicembre il governo turco aveva annunciato il coprifuoco in alcune regioni a maggioranza curda nel sud-est del Paese, in particolare nelle zone di Sur, Diyarbakir, Cizre e Silopi della provincia di Sirnak, così come Nusaybin e Dargecit della provincia di Mardin. A Cizre e Sur combattono casa per casa i ribelli curdi del PKK e le forze di sicurezza di Ankara. Secondo lo Stato Maggiore turco, da metà dicembre nelle zone dell'operazione anti-terrorismo sono stati uccisi più di 750 ribelli curdi. A loro volta gli attivisti curdi sostengono che la maggior parte delle vittime dell'esercito turco sono i civili: Turchia, serie raid militari uccidono centinaia di ribelli curdi Turchia, arrestati accademici per appello pace con i curdi Turchia, assassinato l’avvocato dei curdi La Turchia minaccia operazioni militari contro gli alleati curdi degli USA in Siria Della politica di Erdogan restano le rovine: http://it.sputniknews.com/mondo/20160207/2047654/Turchia-Ankara.html#ixzz3zUNZTyPy

IL PRIMO CHE HA INVENTATO IL DAESH ISIS SHARIA? è STATO MAOMETTO CHE ERA UNO DI LORO! E QUESTO è L'UNICO MODO PER CUI UNA RELIGIONE NAZISTA sharia islamica SI PUò DIFFONDERE NEL MONDO: che poi quel territorio diventa in Eterno un muslims country! MA IL LORO DIO LUCIFERO ALLAH? LUI è FELICE COSì! MI DISPIACE DOVER STERMINARE LA LEGA ARABA, MA, NON ESISTE UN PIANO "B"! (07.02.2016) Secondo la posizione degli Emirati Arabi, la campagna contro i terroristi del Daesh (ISIS) della coalizione guidata dagli Stati Uniti prevede l'impiego di forze di terra, ha dichiarato il ministro degli Esteri Anwar Mohammed Qarqash. http://it.sputniknews.com/mondo/20160207/2048607/USA-Terrorismo-Daesh.html#ixzz3zURJkq5G

PER DISTRUGGERE DEFINITIVAMENTE LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA E REALIZZARE IL CALIFFATO DI ROMA, I SODOMITI MASSONI BILDENBERG DARWIN GENDER ROTHSCHILD SPA FED SPA FMI, LORO VOGLIONO ATTACCARE LA RUSSIA IN EUROPA PER DISTOGLIERLA DAL MEDIO ORIENTE! IN QUESTO MODO LA RUSSIA NON POTRà SOCCORRERE ISRAELE, COME IO GLI ORDINATO DI FARE!  06.02.2016, NATO pronta al via libera per aumentare la presenza militare in Europa orientaleL'Alleanza Atlantica intende aumentare il suo contingente in Polonia, Lettonia, Lituania ed Estonia, scrive il “Wall Street Journal”. Secondo le attese, sarà il più grande dispiegamento delle forze NATO in Europa dalla fine della guerra fredda: http://it.sputniknews.com/mondo/#ixzz3zUSvlfe7

ISRAELE deve smettere di attendere passivamente gli eventi, e deve agire, ESPANDERSI, prima che inizi la guerra mondiale! Se, lui agisce, brutalmente, anche, la guerra mondiale contro, la Russia può essere evitata, ed, in ogni modo è assolutamente indispensabile che il conflitto mondiale non inizi in Europa! ISRAELE PUò CONCORDARE I PIANI DI ATTACCO, SEGRETAMENTE, INSIEME ALLA RUSSIA, ANCHE PERCHé PER LA RUSSIA è STRATEGICO NON RICEVERE UN ATTACCO DELLA NATO IN EUROPA! Abu Mazen e parlamentari arabo-israeliani rendono omaggio ai terroristi che uccidono innocenti, Nello stesso giorno in cui in Israele vengono condannati (non certo celebrati) gli assassini dell’adolescente palestinese Abu Khdeir, Poche ore dopo l'attacco terroristico palestinese di mercoledì alla Porta di Damasco a Gerusalemme costato la vita all’agente di polizia Hadar Cohen, di 19 anni, il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) ha ricevuto nel suo ufficio a Ramallah i famigliari di undici terroristi http://www.israele.net/abu-mazen-e-parlamentari-arabo-israeliani-rendono-omaggio-ai-terroristi-che-uccidono-innocenti

Forze israeliane e considerazioni morali
Il fatto stesso che si ponga un dilemma morale riflette il carattere più autentico delle Forze di Difesa israeliane
Questa è una storia di cui non avrete sentito sui mass-media, né in Israele né all'estero. A quanto pare, non è abbastanza interessante
Leggi tutto l'articolo ›
4 febbraio 2016 Attualità
Per non affondare nel “divario della pace”
I palestinesi sono lontani anni luce dall’essere pronti per un accomodamento amichevole con Israele.
E’ possibile opporsi all’attuazione della soluzione a due stati nelle attuali circostanze, pur essendo favorevoli a tale soluzione in linea di principio?
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
3 febbraio 2016 Attualità
La miope tentazione unilaterale di Parigi
Perché la Francia dà per scontato che la mancanza di progressi negli ipotetici colloqui tra Israele e palestinesi sarebbe colpa di Israele e solo di Israele?
Un giorno soltanto dopo aver srotolato il tappeto rosso ai piedi del presidente iraniano Hassan Rouhani, il governo francese ha rivolto le sue attenzioni a Israele
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
2 febbraio 2016 Attualità
Hamas non esita a usare i malati di cancro per aggirare i controlli anti-terrorismo israeliani ai confini di Gaza
Ecco chi sono i veri responsabili della chiusura della enclave sotto regime islamista
I continui tentativi da parte di Hamas di sfruttare i permessi di entrata rilasciati da Israele a palestinesi residenti nella striscia di Gaza stanno mettendo a rischio il futuro rilascio di permessi e lo sviluppo stesso della enclave palestinese.
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
1 febbraio 2016 Attualità
Quei giornalisti occidentali che si coprono di ridicolo
Preoccupante il tasso di ignoranza, presunzione e pregiudizi nei mass-media che si occupano di conflitto israelo-palestinese

Di Khaled Abu Toameh Di recente due giornalisti occidentali hanno chiesto di essere accompagnati nella striscia di Gaza per intervistare i coloni ebrei che vi abitano. No, non è l'inizio di una barzelletta.
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
29 gennaio 2016 Attualità
Ubriaco, fumato e imbottito di propaganda jihadista
Ecco “l’eroe della resistenza palestinese”, che ha filmato se stesso prima di uccidere tre israeliani a Tel Aviv
Nashat Milhem, il terrorista arabo israeliano che lo scorso primo gennaio ha aperto il fuoco sugli avventori di un bar a Tel Aviv uccidendo due persone e poi ha ucciso il guidatore di un taxi che aveva usato per allontanarsi dal posto, stava pianificando nuovi attentati
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
28 gennaio 2016 Attualità
Quando l’Onu giustifica il terrorismo (ma solo quello contro Israele)
Netanyahu a Ban Ki-moon: “I terroristi palestinesi non vogliono costruire uno stato: vogliono distruggere uno stato, e lo dicono apertamente”
Le parole di Ban Ki-moon "fomentano il terrorismo”. Questo il duro commento del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu alle dichiarazioni del Segretario generale dell'Onu
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
27 gennaio 2016 Attualità
Sondaggio: la maggior parte degli israeliani disposta a seri sacrifici pur di accogliere i nuovi immigrati
L’Organizzazione Sionistica ha creato una task force col compito di eliminare le troppe barriere burocratiche
Alla luce dell’allarmante ondata di antisemitismo che ha investito l'Europa, la maggioranza degli israeliani approva l'idea di offrire ai nuovi immigrati maggiori benefici economici e occupazionali anche a scapito degli stessi israeliani già residenti.
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
26 gennaio 2016 Attualità
L’Occidente apre all’Iran mentre Teheran indice di nuovo un concorso di vignette per sbeffeggiare i morti della Shoà
Il presidente della Knesset: “Non ci sono parole abbastanza forti per descrivere il disprezzo e lo sdegno”
L'Iran ha annunciato che terrà una nuova edizione del concorso di vignette negazioniste sulla Shoà. Quest'anno il premio del concorso è stato aumentato da 12.000 a 50.000 dollari.
Leggi tutto l'articolo › http://www.israele.net/
===================
Netanyahu ANCHE UN IDIOTA SI ACCORGEREBBE CHE GLI USA TI HANNO TRADITO! Netanyahu, IO TI FARò METTERE A MORTE COME TRADITORE, SE GLI ISLAMICI NON TI AVRANNO GIà UCCISO! ACCORDATI CON LA RUSSIA E FAMMI ARDERE TUTTO IL MEDIO ORIENTE!
==================
è terribile porre un DICTAT sul genocidio del popolo CURDO! 07.02.2016 ERDOGAN DICHIARA TERRORISTA UN POPOLO INTERO E QUESTA è UNA COSA CHE NOI NON ABBIAMO FATTO NEANCHE CONTRO TUTTI I PALESTENISI COME POPOLO! Il presidente turco ha commentato la visita dell'inviato di Barack Obama nella città siriana di Kobani, attualmente sotto il controllo delle forze curde. Secondo il capo di Stato turco, gli Stati Uniti dovrebbero chiarire chi sia il loro alleato: Erdogan o "i terroristi di Kobani": NOI CONOSCIAMO I TERRORISTI CHE ERDOGAN HA MANDATO IN SIRIA, E CONOSCIAMO ANCHE L'EROISMO DI COBANE CONTRO I SUOI TERRORISTI! http://it.sputniknews.com/mondo/20160207/2049174/Turchia-Kobani-PKK-Obama-Terrorismo-Daesh.html#ixzz3zVj7QduF

“La strategia USA: I SATANISTI, ha portato l'Ucraina al fallimento politico, ECONOMICO, MORALE” 07.02.2016(Il governo ucraino sta cadendo a pezzi sotto i nostri occhi: ha dimostrato di essere del tutto incompetente e dovrebbe andarsene, ritiene il magnate ucraino Dmytro Firtash: http://it.sputniknews.com/mondo/20160207/2049319/Russia-UE-Occidente-Riforme-Firtash.html#ixzz3zVmR9ffC

QUELLO DI UNA ATTACCO NUCLEARE PREVENTIVO, MI SEMBRA LA MIGLIORE STRATEGIA DI IMPATTO, PER INIZIARE BENE QUESTA GUERRA MONDIALE COMUNQUE NUCLEARE, IL PRIMO CHE COLPISCE VINCE!     17:01“La strategia USA ha portato l'Ucraina al fallimento politico”
    16:23 Diktat di Erdogan agli USA: “o noi o i curdi”
    16:04 Cina preoccupata da possibile dispiegamento sistema difesa missilistico USA in Corea
    15:27 Ambasciatore di Teheran sicuro, primo passo di Russia e Iran verso abolizione visto
    15:08 Russia sicura, USA continuano a sviluppare concezione di “attacco globale”



il Kosovo, un altra vittima degli islamici Bildenberg, Dimitrije Janicijevic, 35 anni, è un martire della fratellanza universale: Una rappresaglia, DOPO Il Progetto di Abolire Nel Paese le Divisioni etniche. chi ha interesse a pescare nel torbido, delle differenze etniche e religiose può essere csoltanto, il complotto salafita ottomano, wahhabita. di una assolutamente criminale Lega Araba, EU, Onu, USA, il sistema massonico Bildenberg, che, negano la libertà di religione, in favore dei nazisti islamici della LEGA ARABA, perché, persegue il genocidio, culto sharia, per il Califfato mondiale. dallo omicidio di Gesù, commissionato da farisei anglo-americani, Illuminati, JaBullOn, del sistema massonico, di BCE, FED, FMI, Spa, OGM, DATAGATE, il grande fratello, il sistema massonico, dal signoraggio bancario rubato, alla distruzione della civiltà ebraico-cristiana, la imminente morte di Israele! ]
http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2014/01/17/news/politico-serbo-assassinato-in-kosovo-1.8480422
Politico serbo assassinato in Kosovo

BELGRADO. Assassinio per mano di qualche gruppo criminale, oppure omicidio politico, pianificato da qualche estremista (leggi: progetto geopolitico saudita di accerchiamento della Europa Cristiana), che, vuole destabilizzare l'area. Impossibile al momento fare luce su un fatto di sangue che ha scosso ieri il Kosovo. La vittima, Dimitrije Janicijevic, 35 anni, consigliere comunale a Mitrovica Nord, ucciso davanti a casa. Cinque i colpi sparati da ignoti nella notte tra mercoledì e giovedì contro il giovane politico serbo, esponente della Samostalna liberalna stranka, il Partito liberale indipendente (Sls), e fra i candidati a ricoprire la carica di sindaco nella recente, storica, tornata elettorale locale di novembre-dicembre nella roccaforte dei serbi del Kosovo: assassinio politico.
16/01 17:24 CET. in Kosovo E Stato assassinato di Fronte alla SUA Abitazione. L'Omicidio sembra Una rappresaglia, DOPO Il Progetto di Abolire Nel Paese le Divisioni etniche. Era Stato Eletto consigliere municipale alle Elezioni del novembre scorso Dell'Anno.
Copyright © 2014 euronews
http://it.euronews.com/2014/01/16/kosovo-assassinio-politico/

agenzianova.com/a/52d8181768dcf3.89423998/744507/2014-01-16/kosovo-tensione-a-mitrovica-nord-dopo-l-omicidio-del-consigliere-comunale-janicijevic

Kosovo: tensione a Mitrovica nord dopo l'omicidio del consigliere comunale Janicijevic
Pristina, 16 gen 18:08 - (Agenzia Nova) - Sale la tensione a Mitrovica nord, città roccaforte dell'enclave serba in Kosovo, dove nella notte tra ieri e oggi è stato assassinato a colpi d'arma da fuoco Dimitrije Janicijevic, consigliere dell'Assemblea municipale eletto dalle fila del Partito liberale indipendente (Sls), formazione politica favorevole all'integrazione della regione settentrionale a maggioranza serba nelle istituzioni di Pristina.
gennaio 18, 2014 di byebyeunclesam, Natale ortodosso in Kosovo Metohija,
Dopo il giorno di ricorrenza dei morti a novembre, in Kosovo Metohija le genti hanno vissuto spiritualmente la ricorrenza del Natale ortodosso il 7 gennaio. E, come profonda tradizione nella cultura e spiritualità slava, e serba in questo caso, non c'e' molta differenza tra credenti e laici; sono giorni ove ciascuno pur vivendoli in forme esteriori differenti, li vive interiormente come riflessioni/meditazioni nell'anima. Di questo ne sono testimone oculare per vita vissuta con loro, con Padri, ferventi credenti o figure laiche di onesti socialisti, di profondi patrioti, di integerrimi sindacalisti, diversi tra loro per visioni di società o idee politiche, ma fratelli e sorelle, compagni di situazioni che abbiamo vissuto e condiviso insieme, ai limiti delle nostre stesse vite…ciascuno possiede nell'anima radici spirituali profonde e saldissime. Anche questo, piacendo o non piacendo a taluni esperti di Serbia virtuale, e' il popolo serbo, e forse, ANCHE grazie a queste radici, che ha resistito per 17 anni alle aggressioni straniere ed ancora oggi resiste nel Kosovo. Forse in modo ancora più profondo, ciò avviene nella tragica realtà dei serbi del Kosovo, prigionieri in una moderna forma di apartheid: le enclavi; una realtà dove nessuno dei diritti fondamentali dell'uomo sanciti nella Carta delle Nazioni Unite e' rispettato, ancor di meno quelli sanciti nei primi dieci Articoli dei Diritti dell'Infanzia. Nel momento in cui il Consiglio Europeo discute, minaccia, sanziona circa i diritti umani in Siria, nel Kosovo Metohija, stato artificiale ed illegale, il mondo dovrebbe vedere cosa ha inventato e mantiene: una società dove la profanazione di tombe di famiglia, di luoghi sacri, di monasteri e luoghi spirituali e' quotidiana, e dove, da anni, vengono quotidianamente attaccati, vandalizzati, distrutti."
I giorni della spiritualità e del raccoglimento vissuti nel Kosovo martoriato, di Enrico Vigna continua qui.

I giorni della spiritualita'e del raccoglimento vissuti nel Kosovo martoriato -
Vigna Enrico
Dopo il giorno di ricorrenza dei morti a novembre, in Kosovo Metohija le genti hanno vissuto
spiritualmente la ricorrenza del Natale ortodosso il 7 gennaio. E, come profonda tradizione nella
cultura e spiritualita' slava, e serba in questo caso, non c'e' molta differenza tra credenti e laici;
sono giorni ove ciascuno, pur vivendoli in forme esteriori differenti, li vive interiormente come
riflessioni/meditazioni nell'anima.
Di questo ne sono testimone oculare per vita vissuta con loro, con Padri, ferventi credenti o figure
laiche di onesti socialisti, di profondi patrioti, di integerrimi sindacalisti, diversi tra loro per visioni
di societa' o idee politiche, ma fratelli e sorelle, compagni di situazioni che abbiamo vissuto e
condiviso insieme, ai limiti delle nostre stesse vite...ciascuno possiede nell'anima radici spirituali
profonde e saldissime. Anche questo, piacendo o non piacendo a taluni esperti di Serbia virtuale, e'
il popolo serbo, e forse,
ANCHE, grazie a queste radici, che, ha resistito per 17 anni
alle aggressioni straniere ed, ancora oggi, resiste nel Kosovo.
.
Forse in modo ancora piu' profondo, cio' avviene nella tragica realta' dei serbi del Kosovo,
prigionieri in una moderna forma di apartheid: le enclavi; una realta' dove nessuno dei diritti
fondamentali dell'uomo sanciti nella Carta delle Nazioni Unite e' rispettato, ancor di meno quelli
sanciti nei primi dieci Articoli dei Diritti dell'Infanzia. Nel momento in cui il Consiglio Europeo
discute, minaccia, sanziona circa i diritti umani in Siria, nel Kosovo Metohija, stato artificiale ed
illegale, il mondo dovrebbe vedere cosa ha inventato e mantiene: una societa' dove la profanazione
di tombe di famiglia, di luoghi sacri, di monasteri e luoghi spirituali e' quotidiana, e dove, da anni,
vengono quotidianamente attaccati, vandalizzati, distrutti.
Cosi' e' stato a novembre nel giorno dedicato al ricordo dei propri cari scomparsi; la realta' dei
cimiteri e luoghi sacri nel Kosovo Metohija e' la fotografia della realta' della vita quotidiana dei
serbo kosovari. Quanti sanno, conoscono, che dal 2013 il " diritto " per un serbo, di visitare le
tombe dei propri cari, e' passato da DUE (2) volte all'anno a UNA (1) volta all'anno; si' perche' dal
2008 ( anno della secessione illegale dalla Serbia), solo in questo modo, in questa regione i serbi
possono visitare i propri cimiteri e pulire le lapidi e tombe, dove nell'arco dell'anno crescono
erbacce, rovi; oltre a levare escrementi e anche maiali, fatti pascolare provocatoriamente tra le
tombe, il tutto sotto scorta militare e spesso ingiuriati dai locali albanesi. Le stesse tombe e lapidi
che, se scampate alle devastazioni e alle profanazioni di questi 14 anni di " democrazia" vengono
costantemente spaccate, violate a colpi di mazze.
Nel cimitero del paese di Istok ( dove vivono solo piu' alcune famiglie serbe), oltre 100 tombe e
lapidi sono state distrutte
Il cimitero di Peć, uno dei più grandi cimiteri ortodossi in Kosovo,
è stato trasformato in una discarica dove gli Albanesi gettano i loro rifiuti.
I vandali hanno distrutto non solo le lapidi in marmo, ma anche bare e molti corpi e ossa dei defunti
sono stati estratti e portati via.
A Prizren 50 tombe sono state profanate al locale cimitero ortodosso nel corso degli ultimi mesi, ha
denunciato un sacerdote della Diocesi locale, aggiungendo che la profanazione e' avvenuta appena
una settimana dopo che i vandali avevano profanato circa 50 tombe nel cimitero ortodosso di
Kosovo Polje.
Altre tombe sono state profanate a Klokot (distrutte 27), Milosevo, Plemetina e Priluzje, qui e'
stato usato dell'esplosivo per fa saltare una pietra tombale appartenente ad una famiglia serba
locale.
Anche questo fa parte della realta' dei serbi resistenti nella propria terra, anche queste umiliazioni
sono pane quotidiano, con l'obiettivo di ferire, violentare e annientare le loro identita' spirituali e
religiose, che qui piu' che altrove, si fondono con la loro identita'
nazionale e culturale.
Nell'ultimo viaggio di solidarieta' anche questo veniva denunciato e raccontato, sottolineando che
anche questo minava ed erodeva la compattezza e unita' delle genti serbo kosovare, infatti dopo 14
anni di queste umiliazioni e vessazioni materiali e morali, alcuni hanno deciso di portare via i resti
dei propri cari e portarli in Serbia; mentre altri ritengono che fare questo, significa la resa totale,
significa consegnare assieme ai propri luoghi sacri, la propria storia, la propria identita', le radici di
un intero popolo e con questo sancire la r
esa al terrorismo, all'arroganza, all'ingiustizia.
Cosi' sono state vissute le giornate dedicate ai morti in quel lembo di mondo e in modo simile sono
passate le giornate della Nativita' dei cristiani.
Quanti ricordano che nel Kosovo Metohija in quattordici anni di "democrazia e liberta" oltre 200
chiese, monasteri e luoghi sacri sono stati vandalizzati e distrutti, alcuni dei quali patrimonio
dell'Unesco, nonostante esistano precisi obblighi internazionali contenuti nella Convenzione sulla
protezione del patrimonio culturale mondiale, adottati alla Conferenza delle Nazioni Unite di
Vancouver nel 1976.
L' Articolo 9 dice: "Il diritto di ciascun paese è quello di essere, con la piena
sovranità, l'erede dei propri valori culturali che sono il frutto della sua storia, ed è suo dovere
farne tesoro come valori che rappresentano una parte inseparabile del patrimonio culturale
dell'umanità...".
Evidentemente per la Serbia questo non vale.
Mappa dei luoghi sacri attaccati e distrutti dai terroristi albanesi, oggi governanti il Kosovo
Nel frattempo da agosto 2013 il responsabile della Kosovo SPU ( polizia del Kosovo) , ha
annunciato che membri di una unità detta Kosovo Security per il patrimonio culturale e religioso, ha
assunto il ruolo di protezione del Patriarcato di Pec e di altri 24 siti religiosi; il Monastero di Decani
e' invece ancora protetto dalle forze internazionali essendo ad alto rischio di attacchi. Cosi', dopo
oltre 200 chiese ortodosse serbe distrutte dal 1999, anno dell' occupazione militare della NATO
della Provincia serba, i piromani vengono messi a proteggere le case incendiate. Queste Unità
speciali della cosiddetta polizia multietnica in Kosovo per la tutela del patrimonio serbo e siti
religiosi, conta circa 200 agenti di polizia agli ordini direttamente del noto criminale di guerra Agim
Ceku ( nel 1992-'95, generale dei secessionisti croati, coinvolto nel genocidio dei serbi della
Krajina ), grande amico e con stretti legami con Stati Uniti e Germania.
Anche per il Natale, a parte un raccoglimento e una gioia spirituale generale e comune, le
condizioni in cui viene celebrato in Kosovo e Metohija oggi, sono molto diverse dalle condizioni in
cui questa festa viene celebrata in qualsiasi altro luogo del mondo.
Essa come il resto della quotidianeita' in quella provincia, e' inserita nella vita di un ghetto, la
realta' delle enclavi, aree delimitate materialmente e protette, dove tutta la vita delle persone ed i
suoi connessi avviene all'interno, fuori e' territorio ostile e nemico, con rischio della vita se si osa
uscirne. Una vita priva di opportunità, dei diritti umani fondamentali, compresa la libertà di
movimento;... anche quella di poter andare liberamente nei boschi per tagliare l'albero di Natale, il
Yule – log, che nella tradizione serba di questa festa, detta il badnjak, consiste nel bruciare un pezzo
di quercia giovane, a forma di tronchetto preso dai boschi. Ma oggi nel Kosovo, per un serbo uscire
dalle'enclave e andare in un bosco li' attorno, potrebbe significare rischiare la vita.
Il 6 gennaio
un autobus con sopra profughi serbi scappati da Djakovica, che stavano tornando a
visitare il paese in occasione del Natale e visitare la locale Chiesa dell 'Assunzione, e' stato
attaccato da manifestanti albanesi ed il loro autobus preso a sassate, spaccandone i vetri e ferendone
alcuni; impedendogli cosi' di vedere la Chiesa, in passato attaccata e danneggiata. A quel punto
sotto scorta dela poliza hanno dovuto andare via verso il Monastero di Decani, protetto dalle forze
internazionali.
Ogni anno la celebrazione del Natale in Kosovo per anni viene usata dai separatisti albanesi per
dimostrare la loro protervia e forza, dimostrando cosi' che i serbi non possono sentirsi liberi nel
proprio paese e non hanno diritto di celebrare liberamente la più gioiosa festa cristiana. Quest'anno
si potrebbe dire che è trascorso tutto bene perché non ci sono state risse o spari, tranne il fatto di
Djakovica ma il cosiddetto stato di Kosovo ha trovato altri modi, ancora più sottili per dimostrare ai
serbi e alla Serbia in che direzione va il loro futuro. Prima hanno rifiutato la richiesta del Presidente
della Serbia Nikolic di partecipare il 7 gennaio alla liturgia di Natale nel Monastero di Gracanica,
poi il giorno di Natale il responsabile del Governo serbo, dell'Ufficio per il Kosovo e Metohija,
A. Vulin, ha dovuto abbandonare la provincia su richiesta della polizia kosovara, per l'alto rischio
di incidenti; nel frattempo la stessa polizia kosovara ha arrestato dopo la liturgia, dieci giovani serbi
che si trovavano con Vulin. "...
È chiaro che si tratta di una provocazione, di una grave violenza.
Ho saputo ufficiosamente che stanno tentando di accusarli di disturbo dell'ordine e della quiete
pubblica, fino addirittura alla trasgressione dell'ordinamento costituzionale. Quando l'accusa è
così vaga, e quando tutto è possibile, sapete che si tratta di pura ingiustizia...",
ha dichiarato
Vulin. Forse sarebbe il tempo di rivendicare i temi della libera celebrazione del Natale, della
libera visita ai cimiteri, ai monasteri o delle proprie terre, perché il Kosovo è l'unico territorio in
Europa dove non esiste la libertà di movimento...Ma dicono che e' democratico.
Tuttavia pur in tali condizioni disumanizzanti, ai bambini nulla può togliere la gioia portata dalla
festa del Natale in sé, ed anche qui in questa terra martirizzata , sono i bambini che riescono ancora
a sentire, nonostante tutto, gioia, la gioia del Natale.
Questi bambini sono invisibili e inesistenti per la cosiddetta " Comunita' internazionale"
occidentale e la sua opinione pubblicain gran parte ormai lobotomizzata, quotidianamente indignata
o preoccupata per "diritti" negati o lesi in Paesi non loro alleati nella visione del mondo; a loro
basta poco per lenire la barbaria di vite negate dentro le enclavi; una festa, una ricorrenza, un dono
piccolo, semplice e in loro si rafforza la voglia, la gioia di vivere, comunque, nonostante tutto,
nonostante terroristi, vandali, criminali, indistintamente sostenuti dai nostri governi di vari colori.
E sono loro, i loro sorrisi, i loro semplici gesti di riconoscenza e affetto, che danno ancora a noi, la
forza dell'impegno alla solidarieta'concreta; che ci danno, insieme alle loro famiglie resistenti, il
senso della vita...o meglio un senso alla nostra vita, in questo occidente opulento e perso dietro
virtualita' e inutilita' esistenziali.
Milica Djordjevic di 8 anni, e' l'ultima bambina rimasta a Prizren, insieme a 22 serbi
Sono loro che ci aiutano a tenere accesa la fiammella della speranza in un mondo diverso e
migliore, con le loro famiglie che ancora non si sono arrese, difendendo le loro radici, i propri
diritti, i propri costumi e tradizioni, ed anche la propria spiritualita'...anche questo e' "resistenza"
alle ingiustizie ed ai potenti del mondo ed alle loro arroganze e violenze.
Tutto questo nel letale silenzio della cosiddetta " comunita' internazionale" occidentale, dei suoi
media, televisioni, giornali, siti web quotidianamente "indignati" per violazioni di "diritti umani"
in alcuni paesi, stranamente muti rispetto ad altri "scomodi", forse perche' allineati e subalterni
alle loro politiche ed interessi.
Natale nell'enclave di Gracanica
Per qualcuno potra' sembrare anomalo questo mio lavoro, ma penso che, soprattutto in aree
geografiche e storiche ben definite (di fatto tutto cio' che NON e' occidente, dall'Eurasia al mondo
arabo, a quello dell'estremo oriente, all'africanita', all'indigenismo latinoamericano); in situazioni e
fasi storiche definite, di arretramento di alternative reali e concrete, la spiritualità è utile
all'esistenza di una coscienza collettiva, per questo e'profondamente radicata nelle identità culturali
di molte società.
Gli stessi processi "rivoluzionari" della storia, molti con basi marxiste, hanno intrecciato le loro
politiche con i valori spirituali dei propri popoli e con i loro esponenti religiosi, se non ottusi o
peggio reazionari, caratterizzandole con intelligenza ed originalita'; da Cuba ( Castro con animismo
e cristianita') al Vietnam ( Ho Ci Minh e buddismo), dalla Cina ( Mao con taoismo e
confucianesimo), al Sudafrica ( Mandela, il vescovo Tutu e l'anglicanesimo), dal Nicaragua
sandinista ( Padre Ernesto Cardenal e cristianesimo) al Venezuela bolivariano ( Chavez e il
cristianesimo e l'animismo indigeno); il profondo e stretto legame, costato carcere ed esilio a
Mons. H. Capucci con la lotta del popolo palestinese; ai processi di emancipazione panarabi:
Nasser, Hussein, Gheddafi, Ben Bella e gli intrecci con le culture musulmane; vedere ai giorni
nostri come le fedi d'oriente siano in prima fila nella lotta per la difesa del proprio paese e popolo, e
ferocemente attaccate; fino ai processi di liberazione del secolo scorso dell'Africa e le difformi,
eterogenee
intrecciature
con le complesse diverse fedi dei propri popoli. Per non citare le vicende
della lotta di liberazione in Europa contro il nazifascismo, dove soprattutto nei paesi dell'Est, terra
dell'ortodossia, vi e' stata una sintonia di intenti e valori per la difesa della propria terra e patria;
dalla Jugoslavia ( fatta eccezione del clero croato, di fatto integratosi e identificatosi con la barbaria
nazifascista), a quello che forse puo' apparire sorprendente, e che fu di fatto l'unione di intenti tra
Stalin ed il Patriarca Alessio I, guida spirituale della piu' grande e forte Chiesa Ortodossa del
mondo, nella lotta contro l'aggressione nazifascista.
L'individualismo ha trovato il suo dispiegamento dall'inizio del secolo scorso, ma nella vita dei
popoli la necessita' della comunità è imprescindibile. Nei processi evolutivi storici la maggioranza
degli individui ha sempre avuto un vitale bisogno di identificarsi con una comunita'o gruppo sociale
di appartenenza. Anche facendo parte di un dato gruppo spirituale, gli individui trovano un conforto
e un supporto contro isolamento o vessazioni, traendone spesso forza per la sopravvivenza.
Queste schematiche e non certo esaurienti o profonde righe di sottolineatura, sono solo per
avvicinare il lettore alla realta' del Kosovo, perche' ritengo che raccontare come si vivono anche le
giornate della spiritualita' e del raccoglimento cristiani, sia un mezzo per continuare a denunciare
l'ingiustizia e l'oppressione di un intero popolo, in quel pezzo di Balcani. Nelle società ci sono
concetti variabili di spiritualità, in quelle terre socializzare con gli aspetti della spiritualità è molto
comune in tutti: credenti, laici e anche non credenti; l'ho visto, vissuto, condiviso stando tra loro e
con loro, con il profondo onore di esserne considerato parte, condividendo la loro realta', il loro
dolore, le umiliazioni, le ingiustizie, le tragedie, la paura e anche il terrore in situazioni vissute
insieme. Queste righe vogliono solo essere un accenno ai complessi e profondi legami tra gli aspetti
sociali e la spiritualità nella realta' del Kosovo Methoija.
Per cercare di far conoscere il come e perche' spesso, dentro processi e fasi della storia, eventi
politici si sono intrecciati lotte, resistenze, e la realta' delle credenze e delle fedi religiose, come
parti integranti di un unica societa'. Oggi nella realta' del Kosovo la spiritualità è una delle
principali forme di socializzazione, avendo perso la politica, nelle sue attuali leadership ogni
legittimita' ( ...ma questo vale anche a casa nostra...). I risultati di questa forma di socializzazione
sono molto particolari e complessi in una società, come quella kosovara, reduce da una guerra quasi
civile e con una violenza continua e quotidiana che continua, seppur non eclatante. La spiritualità in
quella regione investe l'intera struttura sociale in modo diretto o indiretto, e ne e' radicata parte; in
questa fase
essa svolge un ruolo positivo fondamentale di coesione e collegamento tra gli individui,
garantendo una identità nazionale collettiva, sia sociale, che politica e culturale, che si interseca
fortemente con una prospettiva di liberazione dall'oppressione, dall'ingiustizia e dall'arroganza dei
padroni del mondo, e' per esempio normale, che nelle manifestazioni di piazza, nelle iniziative di
protesta i padri ortodossi siano in prima fila e protagonisti, determinati nella denuncia della
situazione, cosi' come pronti e disponibili al dialogo ed al confronto sui temi e le questioni, finora
negato.
Semplicemente perche' li' sono, li' vivono, li' con il proprio popolo condividono la drammatica
realta', ne sono parte di essa...non sono scappati, non sono altrove.
La tradizionale distribuzione e condivisione del pane benedetto
Naturalmente e' fondamentale e necessario non avere una cultura ed un approccio eurocentrico,
quindi oppressivo; o saccente con verita' precostituite, quindi da far accettare.
Vidovdan. Guardo nel cielo, i secoli che passano. Le antiche memorie sono l'unica cura
Ovunque io vada, è a te che torno di nuovo, Perché nessuno può togliermi dall'anima il Kosovo.
Come l'eterna fiamma nei nostri cuori, La battaglia del Kosovo resta l'unica certezza
Ovunque io vada, è a te che torno di nuovo
Perché nessuno può togliermi dall'anima il Kosovo.
Perdonaci Signore tutti i nostri peccati
Dai coraggio ai nostri figli e alle figlie
Ovunque io vada, è a te che torno di nuovo
Perché nessuno può togliermi dall'anima il Kosovo.
Vidovdan e' un canto dell'epopea serba. Il 28 giugno di ogni anno, giorno di San Vito ("Vidovdan"), i serbi, commemorano la sconfitta del 1389
ad opera dei Turchi sulla piana di Campo dei Merli ("Kosovo Polje"), a pochi chilometri dall'odierna Pristina. A cura di Enrico Vigna – Gennaio 2014
Il nostro modesto FARE: la SOLIDARIETA' concreta
Progetto S.O.S. KOSOVO, METOHIJA S.O.S. Yugo slavia. – V. Reggio 14 – 10153 Torino
Associazione di Solidarietà - Onlus
339 – 5982381
sosyugoslavia@libero.it
c/c bancario:
SOS Yugoslavia IT56K0306909217100000160153
Banca Intesa - San Paolo
c/c postale: SOS Yugoslavia 78730587
Per quanto riguarda la nostra attività relativa al Kosovo, abbiamo i seguenti progetti:
Progetto Decani, Enclavi Methoija
Progetto Srecna Porodica ( Donne Vedove e Profughe di guerra del Kosovo)
Progetto Figli dei rapiti del Kosmet
Sostegno all'Ass. Sclerosi Multipla di Kosovka Mitrovica in Kosovo
Sostegno ai bambini dell'enclave serba di Orahovac nel Kosovo
Sostegno ai figli dei lavoratori Zastava disoccupati, nell'enclave di Gorazdevac
La documentazione relativa alla nostra attività e alla conoscenza della realtà socio economica e
culturale della ex Jugoslavia è a disposizione. Sono anche disponibili di chi vorrà sostenere questo
progetto: il DVD . " I Dannati del Kosovo"; il libro "Kosovo liberato"; il libro con le lettere dei
bambini di Orahovac "Dalla guerra all'assedio" con relativa mostra; il DVD: "Kosovo nove anni
dopo. La guerra infinita" di R. Iacona; il libro: "Ciò che eravamo..." Diario di una donna serba del
Kosovo Metohija di Radmila Todic-Vulicevic; il DVD " Viaggio nell'apartheid" di
E. Vigna e R. Veljovic, oltre ad altri libri, filmati e dossier, i cui introiti sono utilizzati per i progetti sopracitati.
Chi "sente" la gravità di quanto e' accaduto e accade, e giustamente s'indigna perché più cosciente
e informato, perché vede al di là dell'immediato e intravede la deriva tragica che può seguire e
dispone pure di buona volontà, s'impegni al nostro fianco.
Noi crediamo ci sia bisogno di una cultura popolare alternativa a quella dominante, che superi la
competizione fra i popoli.
Aiutare quelle famiglie particolarmente disagiate è una buona occasione per partecipare alla
costruzione di quella cultura.
Braccia tese, solidarieta' concreta con idee precise. GRAZIE.
Il Direttivo di: #SOS #Yugoslavia, #Kosovo, #Methoija
http://byebyeunclesam.files.wordpress.com/2014/01/kosoepolcimitnata.pdf

lettera aperta a tutti gli ebrei del mondo, anche se, per Rothschild Fmi, Spa, Banca Mondiale, è una barzelletta, un ebreo con le genealogie materne?
e se, per lui nessun ebreo vero è potuto morire, con il nazismo, comunque, voi non dovete più temere Rothschild, Fmi, Spa, FED, perché per me, voi siete ebrei veramente!

Politico serbo assassinato in Kosovo - Cronaca - Il Piccolo
ilpiccolo.gelocal.it › Cronaca‎
3 giorni fa - Un consigliere comunale di Mitrovica freddato a colpi di pistola davanti a casa. Aveva 35 anni. La tensione risale alle stelle.
Kosovo: tensione a Mitrovica nord dopo l'omicidio del consigliere ...
www.agenzianova.com/.../kosovo-tensione-a-mitrovica-nord-dopo-l-omi...‎
4 giorni fa - KOSOVO. Mostra l'articolo per intero... Kosovo: tensione a Mitrovica nord dopo l'omicidio del consigliere comunale Janicijevic. Pristina, 16 gen ...
Kosovo: tensione a Mitrovica nord dopo l'omicidio del consigliere ...
gossip.libero.it/focus/.../kosovo...a...consigliere/kosovo-janicijevic/?...‎
TEMI CORRELATI: kosovo janicijevic mitrovica consigliere comunale enver hoxhaj presidente della repubblica ministro degli esteri ivica dacic omicidio ...
Mitrovica nord, ucciso consigliere serbo
www.balcanicaucaso.org › bloc-notes‎
4 giorni fa - Home / bloc-notes / Mitrovica nord, ucciso consigliere serbo ... da parte di chi, tra i serbi del Kosovo, si oppone al dialogo con Pristina. ...
Decisione che ha segnato la decadenza immediata dell'intero consiglio comunale.
L'autunno caldo del Kosovo - Osservatorio Balcani e Caucaso
www.balcanicaucaso.org › aree › Kosovo‎
21/ott/2013 - Tuttavia, la notizia dell'assassinio del poliziotto è stata come un ... e da quello dei candidati alle cariche di sindaco e consigliere comunale.
Kosovo - Notizie in Liquida
www.liquida.it/kosovo/‎
Un consigliere comunale di Mitrovica freddato a colpi di pistola davanti a casa. ... Un dirigente serbo della comunita' di mitrovica in Kosovo è stato assassinato ...
Politico serbo assassinato in Kosovo | le ultime notizie
attual.it/notizie/politico-serbo-assassinato-in-kosovo‎
Un consigliere comunale di Mitrovica freddato a colpi di pistola davanti a casa. Aveva 35 anni. La tensione risale alle stelle...
Politico serbo assassinato in Kosovo - News Locali
www.newslocali.it/2014/01/17/politico...assassinato-in-kosovo/91768‎
3 giorni fa - Un consigliere comunale di Mitrovica freddato a colpi di pistola davanti a casa. Aveva 35 anni. La tensione risale alle stelle.
L'autunno bollente delle elezioni in Kosovo | il manifesto
ilmanifesto.it/lautunno-bollente-delle-elezioni-in-kosovo/‎
31/ott/2013 - Tuttavia, la notizia dell'assassinio del poliziotto è stata come un ... e da quello dei candidati alle cariche di sindaco e consigliere comunale.
Politico serbo assassinato in Kosovo - ScoopSquare
www.scoopsquare.com/.../1588018-politico-serbo-assassinato-in-kosovo....‎
3 giorni fa - Un consigliere comunale di Mitrovica freddato a colpi di pistola davanti a casa. Aveva 35 anni. La tensione risale alle stelle.
Usa. Rapporto del Pew Reserch Center: sempre più violata la libertà religiosa nel mondo
http://it.radiovaticana.va/news/2014/01/18/usa._rapporto_del_pew_reserch_center:_sempre_pi%C3%B9_violata_la_libert%C3%A0/it1-765165
Il 74% della popolazione mondiale è esposta ad alti livelli di ostilità da parte di singoli o gruppi della società, che di fatto limitano l'esercizio della libertà religiosa. Si tratta della più alta percentuale negli ultimi 6 anni. Sul fronte invece delle restrizioni governative, il 64% dell'umanità vive in Paesi che limitano fortemente o impediscono addirittura la libertà religiosa e di coscienza. È quanto emerge dalla lettura dell'ultimo rapporto del "Pew Research Center's Forum on Religion & Public Life", presentato venerdì alle Nazioni Unite e ripreso da L'Osservatore Romano. Nell'ultimo anno preso in esame — i dati si riferiscono al 2012 — il numero di Paesi con un tasso molto alto di ostilità sociale contro minoranze religiose è salito a venti, rispetto ai quattordici dell'anno precedente e registra un record negativo. A questa lista, nel 2012 si sono aggiunti nuovi Paesi, soprattutto del Sudest asiatico. Ma i nuovi dati mostrano un aumento considerevole delle limitazioni di questo diritto fondamentale anche nei Paesi mediorientali e nordafricani, complici soprattutto gli sviluppi socio-politici sopraggiunti in seguito alle cosiddette primavere arabe. Inoltre, è aumentato anche il numero di governi che hanno stretto le maglie al libero esercizio di questo diritto umano fondamentale. Da quest'anno, figurano tra quelli con le più alte restrizioni anche Paesi che prima non figuravano in questa lista, come alcuni della zona caucasica. In sintesi, si può dedurre che le ostilità religiose sono aumentate in tutte le principali regioni del mondo, tranne le Americhe. La quota dei Paesi con un livello elevato o molto elevato di restrizioni governative sulla religione è rimasto più o meno lo stesso nell'ultimo anno di studio. Circa tre Paesi su dieci (29%) avevano un livello elevato o molto elevato di restrizioni governative nel 2012, rispetto al 28% nel 2011 e del venti per cento a partire da metà 2007. L'Europa ha segnato il maggiore aumento del livello medio di restrizioni governative nel 2012, seguita da vicino dal Medio Oriente-Nord Africa, l'unica altra regione in cui il livello medio di restrizioni governative sulla religione è aumentato. Tra i 25 Paesi più popolosi del mondo, alcuni hanno fatto registrare nel 2012 restrizioni governative e ostilità sociali. Come nell'anno precedente, il Pakistan ha fatto registrare il più alto livello di ostilità sociali che coinvolgono la religione. E per la prima volta il Myanmar è stato inserito tra i Paesi dove le ostilità sociali sono ritenute "molto elevate". I due indici presi in esame — quello delle ostilità sociali e quello delle restrizioni governative — guardano anche all'incidenza delle intimidazioni, persecuzioni o violazioni contro specifici gruppi religiosi. Pertanto, secondo i dati raccolti dal Pew Research Center, i cristiani nel 2012 hanno subito una qualche forma di maltrattamento in 110 Paesi del mondo. Seguono, in questa classifica, i musulmani, che ne sono vittima in 109, poi gli ebrei in 71, e via via indù e buddisti. Comunque, non c'è comunità religiosa che non risulti essere discriminata o perseguitata almeno in qualche parte del mondo. Nello studio, sono riportati anche casi specifici di ostilità contro le minoranze religiose. Episodi di tal genere sono stati registrati nel 47% dei Paesi nel 2012, nel 38% nel 2011 e del 24% nell'ultimo anno preso in esame. In particolare sono segnalati casi in Sri Lanka, Paese a maggioranza buddista, dove spesso vengono presi di mira luoghi di culto musulmani e cristiani, e in Egitto, dove si registra un incremento degli attacchi alle chiese copte e alle attività imprenditoriali gestite da cristiani. I Paesi più virtuosi in fatto di libertà religiosa risultano essere il Giappone, il Brasile e il Sud Africa, mentre l'Italia si colloca assieme a Gran Bretagna, Francia e Germania, nella classifica dei Paesi con "ostilità sociali alte". (I.P.)
Testo proveniente dalla pagina
http://it.radiovaticana.va/news/2014/01/18/usa._rapporto_del_pew_reserch_center:_sempre_pi%C3%B9_violata_la_libert%C3%A0/it1-765165
del sito Radio Vaticana